domenica, 25 Settembre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomePadovanoProvincialeRiparte a luglio il progetto #daiColliallAdige del GAL Patavino

    Riparte a luglio il progetto #daiColliallAdige del GAL Patavino

    Banner edizioni

    Per il mese di luglio sei nuove visite guidate, gratuite insieme alle guide turistiche del GAL Patavino

    Ancora una volta il GAL Patavino offre l’opportunità di immergersi pienamente nel vasto e splendido territorio che va #daiColliallAdige grazie all’accompagnamento di visite guidate esperte in grado di regalare suggestioni e spunti, storici culturali e naturalistici agli ospiti che gratuitamente partecipano agli diversi incontri di questo progetto strategico per la promozione e la riscoperta del territorio.

    Per  il mese di luglio sei nuove visite guidate, gratuite e pensate per un vasto pubblico di turisti, famiglie e cittadini del territorio e trascorrere tra dimore storiche, percorsi naturalistici e scorci mozzafiato in 6 tappe tutte da vivere.

    Un successo che cresce nell’attenzione degli utenti e del territorio anche grazie ad una modalità semplice e immediata di prenotazione.

    Il programma

    Cinto Euganeo

    Venerdì 8 luglio a partire dalle ore 19.30 in via Bomba, 48 a Cinto Euganeo PD è previsto il tour Il cuore degli Euganei e i suoi fossili: il Monte Cinto. Il Monte Cinto, sito nella parte meridionale del Parco Regionale dei Colli Euganei, si staglia con una forma slanciata e conica al di sopra del bel comune di Cinto Euganeo. Partendo dal Museo di Cava Bomba, si potrà visitare parte della cava e per conoscere i procedenti di estrazione d’un tempo, per poi proseguire verso la Cava di Riolite, che con le sue formazioni colonnari racconta la genesi di queste colline e regala scatti unici in un ambiente mozzafiato. Il tour si completerà con la visita al Buso dei Briganti.

    Merlara

    Sabato 9 luglio a partire dalle ore 8.15 presso il Municipio di Merlara in Piazza Martiri della Libertà prenderà il via il bike tour Resistenza in bicicletta: itinerari alla scoperta della storia partigiana.  Un itinerario su due ruote che mette in luce il ruolo che ha avuto la bicicletta durante la Resistenza, riconoscendone la funzione politica compiuta nel facilitare i partigiani locali a compiere azioni militanti, a favorire i contatti e le comunicazioni, a scappare. Un itinerario paesaggistico e storico insieme allo storico locale Gianni Pasqualin di ANPI.

    Granze

    Mercoledì 13 luglio a partire dalle ore 20.00 a Villa Ca’ Conti in via Gazzolo, 1129 a Granze è previsto il percorso dal titolo Il fascino della superluna a Villa Ca’ Conti a Granze. Durante la visita guidata si scoprirà la storia della famiglia, ammirando alcune stanze affrescate e decorate in stile. Tempo permettendo si potrà ammirare la superluna di luglio con un cannocchiale ottocentesco.

    Galzignano

    Si prosegue Venerdì 15 luglio alle ore 19.30 Via Sottovenda, 3 a Galzignano Terme PD con una passeggiata  Ai Maronari del Venda. Un facile e bellissimo percorso sul monte Venda lungo il sentiero dei maronari secolari, dove imponenti e vecchi castagni troneggiano sul bosco.  Si affronterà un itinerario ad anello che permetterà di percorrere parte del nuovo sentiero “Laudato Sii”, da poco inaugurato dal Parco Regionale dei Colli Euganei, ai piedi del colle più alto del gruppo euganeo.

    Vescovana

    Sabato 23 luglio 12 giugno a partire dalle ore 15.45 via Roma, 19 Vescovana si potranno scoprire le bellezze di una dimora storica di grande fascino con il tour Da villa rinascimentale a dimora storica: l’incanto e la natura di Villa Pisani Scalabrin. La villa, che sorgeva sui resti di una costruzione medievale, divenne la sede amministrativa dei fondi di famiglia Pisani nella Bassa Padovana. Dopo la visita della Villa, si potrà visitare il giardino all’inglese, realizzato nell’Ottocento grazie alla contessa Evelina, moglie dell’ultimo esponente della famiglia Pisani, e divenuto oggi un esempio illustre di giardino romantico.

    Villa Estense

    Sempre sabato 23 luglio ma a partire dalle ore 18.00 via Grompa di Sopra, 14B Villa Estense si potrà andare alla scoperta de La grande foresta di pianura del Bosco dei Lavacci L’area del Bosco dei Lavacci è classificata come Zps (zona di protezione speciale), ed è uno degli ultimi e rari esempi di foresta umida che, interessava parte delle zone acquitrinose della Bassa Padovana fin da epoca medievale. Si tratta di un’area boschivo-paludosa di circa quattromila metri quadri, dove trovano rifugio una grande varietà di specie animali e floreali.

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni