mercoledì, 30 Novembre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

Banner edizioni
HomeTrevigianoTrevisoA Treviso 32 proposte di centri estivi e sportivi

A Treviso 32 proposte di centri estivi e sportivi

Banner edizioni

Finisce la scuola? A Treviso centri estivi e sportivi per tutti i gusti e a prezzi invariati. Trentadue proposte dislocate in ogni quartiere.

Centri estivi

Il prezzo delle rette per la partecipazione ai centri estivi organizzati a Treviso quest’anno rimane invariato rispetto al 2021. Costi calmierati, con una quota settimanale non superiore a 110 euro per la frequenza dell’intera giornata incluso il servizio mensa, a 75 euro senza il pasto e 50 euro settimanali senza il pasto per chi invece sceglie solo la frequenza mattutina.

“Un grande sforzo, ma così abbiamo reso i centri estivi accessibili alle famiglie”, spiega l’assessora comunale all’istruzione Silvia Nizzetto. La proposta sul piatto è ricca, grazie al lavoro sinergico fra Comune, associazioni, comitati, cooperative, soggetti del privato sociale e parrocchie. Anche per quest’anno è stata scelta la strada dell’avviso pubblico per raccogliere le adesioni per istituire l’albo dei centri estivi e dei camp sportivi. E come sempre la risposta è stata all’altezza delle aspettative, con un totale di 32 soggetti organizzatori (lo scorso anno gli enti gestori erano 23) in 38 sedi dislocate in tutto il territorio comunale.

I centri estivi e sportivi di Treviso

Venti di questi sono centri educativi-ricreativi, dislocati nella parrocchia Cristo Re, nella Scuola di Titù, al Dopolavoro ferroviario, nella parrocchia di San Zeno, nelle scuole Collodi, Ciardi, Pascoli e Volta, nelle scuole per l’infanzia Beazzano, Andersen, Casa Mia, Rubinato, Bricito, Divina Provvidenza e Cristo Re, nella sede della cooperativa sociale Solidarietà, al Turazza, nella sede della ludoteca, nella parrocchia di Canizzano, oltre ai quattro Grest organizzati dalla parrocchia di Sant’Agnese in collaborazione con le parrocchie cittadine e da quello all’oratorio Miani della parrocchia di Santa Maria Maggiore.

Dodici invece i camp sportivi che vedono la possibilità di scegliere fra il nuoto gestito dalla Natatorium nelle piscine di Santa Bona e di Selvana, il rugby con la Tarvisium ai campi di San Paolo, la ginnastica artistica nella palestra delle Stefanini con il Girotondo, la danza nella palestra di via Aleardi con Danzainsieme, il volley a San Bartolomeo con l’Albatros, il basket nella palestra di via Cartieretta con la Nuova Pallacanestro Treviso, il calcio nei campi di Sant’Angelo (Condor), di San Bartolomeo (Coordinativamente) e all’Indomita, lo yoga alla scuola Vittorino da Feltre di via Sant’Elena Imperatrice, il pattinaggio nella pista di via delle Acquette con lo Sporting Treviso e un camp dojo in via Fonderia. La partenza delle prime attività è fissata a metà giugno, con la chiusura delle scuole, e si proseguirà fino a settembre inoltrato.

Banner edizioni
Banner edizioni
Banner edizioni

Le ultime notizie della provincia di Treviso

Banner edizioni
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy