martedì, 6 Dicembre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

Banner edizioni
HomeVenetoAttualitàAnche il Veneto si prepara alle elezioni di settembre. Intervista al politologo...

Anche il Veneto si prepara alle elezioni di settembre. Intervista al politologo Feltrin

Banner edizioni

Elezioni: il politologo Paolo Feltrin confida nella vittoria di una maggioranza sufficientemente coesa con schieramenti chiari e definiti.

Paolo Feltrim
Il politologo Paolo Feltrin

Elezioni a Settembre molto veloci e uno scenario che anche in Veneto si presuppone cambierà molto.

Com’è la situazione?
Intanto non sappiamo nulla su chi si presenterà e quali saranno le coalizioni. Già in questi due-tre giorni sono cambiate molte cose, tanto nel centrosinistra quanto nel centrodestra. Per sapere come andrà bisogna sapere chi gioca. Inoltre è evidente che le coalizioni troppo ampie non funzionano per fare le riforme, servono per affrontare un’emergenza specifica, ma non hanno la forza e la tenuta per affrontare grandi cambiamenti.

La cosa che possiamo sperare per il dopo elezioni è che ci sia una maggioranza sufficientemente coesa da non aver bisogno di larghe coalizioni, che sia di centrodestra o centrosinistra questo punto poco importa, l’importante è che non si vada avanti come nella legislatura scorsa, mettendo sempre insieme capre e cavoli.
Devono esserci schieramenti chiari e definiti perché sono gli unici che hanno la coerenza interna per poter tentare di fare riforme vere, altrimenti si faranno sempre pasticci.

Una campagna elettorale così corta cosa presuppone? Difficile o più facile?
Le campagne elettorali sono sempre state corte. A settembre si torna a lavorare quindi bene o male non dovrebbero esserci problemi, anzi, sarà interessante vedere se votando a fine settembre si presenterà più gente. Saranno elezioni importanti perché da queste dipenderà il destino del Paese, per il lavoro, la famiglia, i risparmi. Io non sono così preoccupato come altri delle astensioni.

In Veneto le categorie economiche si sono ribellate alla Caduta del Governo affermando che bisognava andare avanti. Nella nostra Regione secondo lei questo come orienterà il voto?
Le elezioni politiche sono sempre nazionali, le campagne elettorali sono sempre nazionali e anche i temi sono nazionali. Il Veneto si orienterà quindi più o meno, con i suoi equilibri interni, sulla stessa scia dell’onda nazionale come è avvenuto in tutte le altre elezioni nazionali. Bisogna sempre avere in mente che le elezioni politiche sono totalmente diverse dalle elezioni elezioni regionali.

Banner edizioni
Banner edizioni
Banner edizioni

Le più lette

Banner edizioni
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy