lunedì, 15 Agosto 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeVenezianoCavarzereCona, raccolta differenziata: dal prossimo anno si paga in base ai rifiuti...

    Cona, raccolta differenziata: dal prossimo anno si paga in base ai rifiuti prodotti

    Banner edizioni

    Il sindaco Aggio spiega la Tassa Rifiuti Puntuale: “Per quest’anno si cominceranno a raccogliere i dati, ad ogni raccolta viene registrato dall’operatore il passaggio”

    Rifiuti
    Rifiuti

    Prosegue l’impegno del Comune di Cona per l’ambiente attraverso la raccolta puntuale dei rifiuti. L’obiettivo è quello di stimolare una maggiore attenzione sul tema della differenziata, sia per tutelare l’ambiente sia per poter ottenere un risparmio – o quantomeno un aumento ridotto, visti i tempi – sulla tariffa.

    “Il sistema porta a porta è attivo dal 2018 – sottolinea il sindaco di Cona Alessandro Aggio -. Ma se da un punto di vista organizzativo era già stata completata la consegna dei bidoni ai nuclei familiari e si era già passati al nuovo metodo di raccolta, da un punto di vista amministrativo non era mai stato portato a compimento il passaggio formale da Tari a Tarip (Tassa Rifiuti Puntuale, ndr)”. In che cosa consiste? La Tari puntuale è un sistema di calcolo della tariffa rifiuti legato alla reale produzione degli stessi, che si basa sul principio che chi meno produce, meno paga.

    Questo significa che d’ora in poi sarà possibile contare quante volte un’utenza conferirà il rifiuto secco e il verde, nella prospettiva di far pagare il servizio in base alle reali esigenze delle famiglie.

    “Ogni bidone che è stato consegnato ai cittadini di Cona ha un codice e a ogni raccolta l’operatore passa con la pistola sul codice contando il passaggio – spiega il sindaco Aggio -. Per questo primo anno si tratterà semplicemente di una raccolta dati rispetto al numero di passaggi richiesti da ogni famiglia. Dall’anno successivo invece si comincerà a pagare in base a quanti rifiuti effettivamente si produce. Ricordo che il sistema riguarda solo il secco e il verde, mentre per tutte le altre tipologie di rifiuto non cambierà nulla”.

    “Per quanto riguarda il rifiuto secco, dal prossimo anno ogni famiglia avrà gratuitamente 5 passaggi più uno per ogni membro nucleo familiare – aggiunge Aggio -. Quindi una famiglia di 3 componenti avrà 8 passaggi gratis in tutto. Questo metodo servirà a spingere a fare la differenziata, dato che più si differenzia e meno rifiuto secco si produce. Tutto il resto non subirà cambiamenti”.

    Giorgia Gay

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni