sabato, 13 Agosto 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeNazionaleCrisi di governo: Lega, M5s e Forza Italia si astengono

    Crisi di governo: Lega, M5s e Forza Italia si astengono

    Banner edizioni

    Crisi di governo: la replica di Draghi agli interventi dei partiti

    Nel pomeriggio è arrivata la replica di Draghi agli interventi dei partiti. “La mia sarà una replica breve: per primo ringrazio tutti coloro che hanno sostenuto l’operato del governo con lealtà e partecipazione. Il secondo punto è un’osservazione a proposito di alcune parole che avrebbero messo addirittura in discussione la natura della nostra democrazia, come se non fosse parlamentare mentre lo è e io la rispetto e mi riconosco“. Prosegue poi il presidente del Consiglio Mario Draghi Il sostegno che ho visto nel paese mi ha indotto a riproporre un patto di coalizione e sottoporlo a vostro voto, voi decidete. Niente richieste di pieni poteri“. Lo dice il premier Mario Draghi nella replica al Senato. Chiedo che sia posta la fiducia sulla risoluzione presentata da senatore Casini“.

    Crisi di Governo: Forza Italia, Lega e M5s escono dall’aula

    La situazione è andata complicandosi dopo che il Centrodestra di governo ha chiesto a Mario Draghi di formare un nuovo governo “profondamente rinnovato“, cioè con nuovi ministri, senza il Movimento Cinque stelle. In seguito alla apposizione della questione di fiducia dal parte del governo alla risoluzione Casini, la presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati ha sospeso la seduta e convocato la conferenza dei capigruppo.
    Le dichiarazioni di voto sulla fiducia, votata  sulla risoluzione presentatata da Pier Ferdinando Casini, hanno avuto luogo a partire dalle 17.30. I gruppi di M5s, Lega e Forza Italia al Senato non hanno partecipato al voto di fiducia sulla risoluzione proposta dal senatore Casini. E Salvini conferma: “Non la votiamo”.

    Crisi di governo, gli effetti di questo voto

    Il Senato conferma la fiducia al governo approvando la risoluzione sulle comunicazioni del presidente del Consiglio presentata da Pier Ferdinando Casini con 95 voti a favore e 38 contrari. I senatori di M5S, Lega e Fi non votano: i pentastellati si dichiarano “presenti non votanti”. I senatori presenti in Aula sono stati 192, 133 i votanti e la maggioranza 67. L’annuncio in Aula al Senato la presidente Maria Elisabetta Casellati riferendo l’esito della votazione sulla fiducia al premier Draghi.
    Sembrano avvicinarsi lo scioglimento del Parlamento e il voto. È l’epilogo di una giornata particolarmente densa vissuta tra Palazzo Madama, Palazzo Chigi e il Quirinale e della crisi aperta dal M5s. “In questo giorno di follia il Parlamento decide di mettersi contro l’Italia. Noi abbiamo messo tutto l’impegno possibile per evitarlo e sostenere il governo Draghi. Gli italiani dimostreranno nelle urne di essere più saggi dei loro rappresentanti“. Lo scrive su Twitter il segretario del Pd Enrico Letta.

     

    Enrico Caccin

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni