sabato, 13 Agosto 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomePadovanoPiovesePiove di Sacco, parcheggio di Piazza Castello a pagamento da settembre

    Piove di Sacco, parcheggio di Piazza Castello a pagamento da settembre

    Banner edizioni

    Si colorano di blu le strisce del parcheggio di Piazza Castello. I circa trenta stalli saranno a pagamento verosimilmente da settembre.

    Ad inizio luglio le linee che delimitano la trentina di stalli auto nell’area incastonata tra via Castello e l’ingresso di via Gauslino, da un bianco ormai sbiadito sono diventate di un blu che non può passare inosservato. Se ne sono accorti subito, imbeccati da qualche cittadino e con i lavori ancora in corso, i consiglieri di minoranza della Lega e di Forza Piove che non hanno perso tempo per criticare aspramente l’amministrazione comunale.

    “E’ questo il momento giusto – si chiedono i consiglieri – per chiedere l’obolo anche per questo parcheggio, di fare cassa con il costo della vita che continua ad aumentare? Vista l’enorme mole di denaro di cui, fortunatamente, gode il Comune, facciamo davvero fatica a comprendere. Non è perché c’è qualcosa di gratuito da una parte, bisogna necessariamente tassare dall’altra. Iniziano poi i saldi, un momento strategico per i negozianti del centro dopo una fase di grande difficoltà. Una scelta incomprensibile che peserà come sempre sulle tasche dei cittadini”.

    La Replica del Sindaco di Piove di Sacco Davide Gianella

    Di certo pagare il parcheggio non piace a nessuno. La decisione, nel caso specifico, rientra, secondo l’amministrazione, in un discorso più ampio. “Vicino abbiamo realizzato quello gratuito da 140 posti auto sulla nuova piazza Anna Frank – spiega il Sindaco Davide Gianella dove sono state installate anche le colonnine di ricarica per le auto elettriche. Sempre nelle immediate vicinanze c’è anche il nuovo parcheggio a uso pubblico del supermercato Famila per altri 140 posti liberi, regolati dal disco orario solo negli orari di apertura del negozio. Non dimentichiamo poi che a uso pubblico e gratuito è anche il parcheggio del nuovo Lidl”.

    “A fronte di centinaia di nuovi posti gratuiti, si è arrivati alla proposta del pagamento su piazza Castello per dare un impulso al ricambio e anche per aumentare un po’ le entrate, visto che nonostante tutti gli aumenti su utenze e non solo, non abbiamo tagliato un solo servizio ai cittadini. La città ha un commercio consolidato e in crescita costante, a dispetto dei gufi di un’opposizione che dimostra, ancora una volta, di volere creare discussioni inutili. Mi stupisco poi che difendano i parcheggi visto che proprio loro avevano raccolto le firme perché non fosse abbattuto l’edificio dismesso dell’ex scuola di via Castello per lasciare spazio proprio alla nuova area sosta a servizio del centro storico. C’è chi come il solito urla senza sapere e senza memoria. I parcheggi a pagamento, al netto del saldo positivo di quelli gratuiti, sono meno rispetto a quelli programmati dieci anni fa dall’amministrazione di centrodestra”.

    L’assessore Luca Carnio: “L’operazione nasce anche per favorire le attività commerciali di via Gauslino”

    La scelta sarà di certo apprezzata invece da chi, tra residenti e non residenti, ha scelto di farsi l’abbonamento per avere sempre un posto auto comodo e per i quali le aree blu paradossalmente sono poche. “L’operazione nasce anche per favorire le attività commerciali di via Gauslino – aggiunge l’assessore Luca Carnio perché il parcheggio è perennemente occupato da residenti che hanno il garage e da chi si reca al lavoro prima delle aperture dei negozi. Così facendo si favorirà il turnover e quindi chi vuole fare acquisti in via Gauslino avrà maggiore possibilità di sostare. Non dimenticando che a pochi passi ci sono anche i parcheggi gratuiti di piazza Anna Frank e dello stadio”.

    Alessandro Cesarato

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni