mercoledì, 17 Agosto 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeVenezianoRiviera del BrentaPolitica: la delusione degli sconfitti di Mira

    Politica: la delusione degli sconfitti di Mira

    Banner edizioni

    Tra grandi e piccole delusioni, gli sconfitti di Mira fanno il punto

    Mira comune
    Mira comune

    Qualcosa di più se lo aspettavano. Magari si sapeva che la vittoria era quasi un miraggio  per il centrodestra, ma si ammette a denti stretti qualcosa di più si poteva fare a Mira. Chi si aspettava qualcosa di più è sicuramente il candidato del centrodestra Andrea Martellato. Martellato era appoggiato da Coraggio Italia, Forza Italia Popolo della Famiglia Lega e Fratelli D’Italia. “E’ stata una bella campagna elettorale- dice Martellato- avevo puntato nell’organizzare una squadra per amministrare quindi coesa e ben amalgamata, mi dispiace per Mira che avrebbe potuto veramente avere un’occasione per essere valorizzata ma la maggioranza dei miresi ha scelto di delegare alla minoranza dei cittadini la scelta. Congratulazioni a Dori per il risultato anche alla luce dei voti della sua lista personale”.

    Martellato fa capire che forse l’astensione l’ha penalizzato. Ci si aspettava insomma se non di vincere di arrivare al ballottaggio e giocarsela e invece il centrodestra è rimasto sotto di quasi 20 punti al centrosinistra. Delusione anche per Vanna Baldan l’ex assessore della giunta Dori a capo della civica “Gente di Mira“ che però resterà in consiglio. “La nostra lista civica – dice la Baldan – si posiziona al terzo posto dopo le due coalizioni di centro sinistra e centro destra. Rispetto a 5 anni fa la nostra lista Civica “Gente di Mira”, ha migliorato il proprio risultato. Abbiamo partecipato autonomamente alle elezioni, con poche risorse economiche a disposizione e  tanta voglia di poter rispondere alle problematiche di sviluppo che Mira ancora attende”.  Delusione cocente invece per i candidati Luigi Corò e Enrico Carlotto e Luigi che stando ai risultati non entreranno nel parlamentino.

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni