sabato, 13 Agosto 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeTrevigianoTrevisoTreviso amica degli animali: due nuove iniziative

    Treviso amica degli animali: due nuove iniziative

    Banner edizioni

    Treviso si mostra attenta al benessere degli animali con 500 ciotole per gli esercizi pubblici e un opuscolo informativo sulle adozioni.

    Un opuscolo per informare le famiglie sugli accorgimenti per l’adozione degli amici a quattro zampe e 500 ciotole per locali e negozi della Città. Sono queste le iniziative messe in campo dall’Amministrazione comunale di Treviso per sensibilizzare la cittadinanza alla cura e alla tutela degli animali nella convinzione che “la civiltà di un Comune si misura anche in base all’attenzione al benessere animale”.

    Il progetto “PetStop” per il benessere degli animali a Treviso

    Dopo la distribuzione delle borracce nell’ambito di “Treviso Città Pulita” per aiutare i possessori di cani ad abbeverare gli animali e pulire le deiezioni liquide, è stata prevista nell’ambito del progetto “PetStop” la consegna ai pubblici esercizi di ciotole in alluminio con base antiscivolo, da tenere all’esterno dei locali come strumento utile per dissetare il cane, in particolare nel periodo estivo. Grazie a Prolife, l’azienda Alivit fornirà al Comune di Treviso 500 pezzi, completi di logo adesivo personalizzato. L’iniziativa potrà inoltre avere un risvolto positivo anche per il risparmio dell’acqua spesso sprecata nel momento in cui si lascia un cane abbeverarsi e giocare con le fontanelle cittadine più del dovuto.

    Insieme alla ciotola verrà consegnata agli esercenti un decalogo che si propone come uno strumento di sostegno per il corretto utilizzo, così da garantire agli animali un luogo pulito dove bere. Tre varie indicazioni – relative a pulizia, temperatura e posizionamento – quella di lavare la ciotola con detersivo adeguato, cambiare spesso l’acqua e posizionare la ciotola al riparo dal sole e in un luogo che non intralci il passaggio. Il decalogo è concepito dall’amministrazione come strumento di responsabilizzazione e sanitario allo stesso tempo, avrà un Qr code e potrà essere esibito negli esercizi commerciali a riprova dell’attenzione verso gli animali e il loro benessere.

    La seconda iniziativa di Treviso per il benessere degli animali: un opuscolo a misura dei più piccoli

    La seconda iniziativa riguarda invece un opuscolo che verrà distribuito nei luoghi frequentati da bambini e famiglie e da settembre anche nelle scuole (si comincerà con 6000 copie cartacee) con l’obiettivo di essere supporto per una scelta di adozione responsabile. Attraverso una serie di domande, percorsi e giochi, verranno fornite informazioni utili sull’impegno che adottare un animale comporta, sugli spazi necessari per ospitarlo e sulle varie specie oltre al cane o al gatto, dall’oca alla tartaruga, dal coniglio al pesciolino. Sulla scia di quest’opera di educazione civica – ha anticipato l’amministrazione – uno step successivo potrebbe essere un opuscolo sulle varie specie di cani e sul comportamento preferibile da adottare.

    L’assessore alle Politiche ambientali di Treviso Manera: “a Treviso metà della popolazione ha un animale che è nel 50% dei casi un cane”

    “Due iniziative che vogliono sensibilizzare ma anche garantire la tutela dei nostri amici a quattro zampe”, ha affermato l’assessore alle Politiche ambientali del Comune di Treviso, Alessandro Manera. Manera ha ricordato che a Treviso metà della popolazione ha un animale (circa 42mila), di cui circa la metà cani e che il progetto è rivolto non solo al centro storico, ma a tutti i quartieri. L’assessore ha sottolineato che il Comune di Treviso ha alzato al massimo le sanzioni sui maltrattamenti nella speranza di enfatizzare le pratiche positive e che è stato il primo comune a fare una convenzione anche sull’abbandono dei gatti. “L’iniziativa di dotarsi di una ciotola per gli amici a quattro zampe – ha sottolineato poi Manera – è nata spontaneamente dai commercianti”. L’assessore ha concluso il suo intervento ringraziamo Alivit e Prolife e mettendo in evidenza il grande lavoro sociale fatto dal Comune nell’interessarsi delle condizioni degli amici a quattro zampe compagni degli anziani.

    Andrea Dotto titolare di Alvis: “pochi comuni hanno questa sensibilità”

    “Alivit e Prolife hanno fatto del benessere di lungo periodo del cane e del gatto la propria mission”, afferma Andrea Dotto, titolare di Alivit, azienda che distribuisce nella provincia di Treviso il brand Prolife, alimenti prodotti in Italia per cani e gatti. “Partecipare a queste iniziative costituisce un modo per dare forma e concretezza al nostro impegno, ogni giorno”. “Ancora una volta l’amministrazione comunale di Treviso si dimostra un partner sensibile e all’avanguardia su queste tematiche di sensibilizzazione, educazione e rispetto verso i nostri amici a quattro zampe. Pochi comuni nel nord Italia hanno questa sensibilità”.

    Enpa Treviso, Perin: “tutti i cani adottati da inizio pandemia non sono stati riportati al rifugio”

    Valentina Perin dell’Enpa Treviso ha infine sfatato il mito dell’abbandono dei cani post-Pandemia: “tutti i cani adottati da inizio pandemia non sono stati “restituiti” e il numero degli abbandoni è in netto calo”. Perin ha spiegato che “ogni famiglia o persona è seguita passo passo, dalla scelta del cane fino all’inserimento in famiglia” per poi aggiungere che in canile arrivano soprattutto cani di grossa taglia, come Pitbull e Rottwailer spesso mal gestiti dai proprietari. Per l’Enpa che si occupa in buona parte per conto del Comune il rifugio di Ponzano si tratta in sostanza di “un’iniziativa all’avanguardia che vuole essere da esempio per altri comuni dal punto di vista regolamento, ma anche del benessere degli animali e del supporto alle associazioni”.

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni