mercoledì, 17 Agosto 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeBreaking NewsTreviso, apparecchi acustici ai bambini sordi

    Treviso, apparecchi acustici ai bambini sordi

    Banner edizioni

    L’assessore alla Sanità Lanzarin all’Ospedale di Treviso per la presentazione della donazione di apparecchi acustici ai bambini sordi.

    apparecchi acustici“Una società a misura di ognuno è una società in cui tutti ne guadagnano perché anche noi che oggi stiamo bene potremmo avere bisogno di quegli accorgimenti necessari alle persone che vivono con varie forme di disabilità. Insieme alle azioni prettamente sanitarie, la sfida è continuare a mettere insieme le istituzioni con il terzo settore, come sta facendo questa iniziativa che ho il piacere di tenere a battesimo”.

    Con queste parole l’assessore alla Sanità e alle Politiche sociali, Manuela Lanzarin, ha partecipato a Treviso alla presentazione della donazione nell’ambito del progetto “Stellina alla conquista del suono”. Grazie ad essa, l’Associazione Alto Volume ha raccolto 22.000 euro che saranno destinati all’acquisto di apparecchi acustici da destinare a bambini affetti da sordità le cui famiglie si trovino in condizioni di difficoltà economiche. La somma raccolta è frutto di due differenti donazioni: 12.000 euro sono stati elargiti dall’Associazione nazionale artigiani pensionati (ANAP) di Treviso, i restanti 10.000 dall’Associazione “Per mio figlio”. I bimbi destinatari della donazione saranno di età compresa tra 0 e 12 anni, affetti da sordità perlinguale o ipoacusia.

    “Si tratta di un progetto che ritengo estendibile a livello regionale perché quando ci sono progettualità che nascono dal territorio – ha proseguito l’Assessore – la Regione è sempre molto attenta a creare le giuste sinergie. È chiaro che la sordità, soprattutto per i giovanissimi in età scolare, diventa una barriera culturale. Nell’abbattimento delle barriere che ostacolano la vita delle persone con disabilità abbiamo fatto passi da gigante. Nostro è l’onere di agire con lo stesso impegno anche in questo ambito. Ben sapendo che ogni intervento di questo tipo è un sostegno per le famiglie; soprattutto per quelle che non potrebbero garantire lo stesso livello di qualità della vita”.

    A Treviso apparecchi acustici a bambini sordi: gli interventi dei partecipanti alla presentazione di questa mattina

    Alla presentazione hanno partecipato: Francesco Benazzi, direttore generale Ulss 2, Alessandra Gallina e Marco Laurito di Alto Volume APS, Fiorenzo Pastro, presidente provinciale ANAP Confartigianato Treviso, Andrea Rizzo, presidente Associazione Per Mio Figlio Onlus di Treviso e Silvia Nizzetto, assessore alla Partecipazione e Istruzione del Comune di Treviso.

    Il direttore generale Ulss 2 Francesco Benazzi ha sottolineato la grande difficoltà di una persona sorda a relazionarsi con gli altri e conseguentemente la preziosità del progetto.

    Alessandra Gallina e Marco Laurito di Alto Volume APS hanno portato la loro esperienza diretta parlando innanzitutto degli innumerevoli ostacoli che una persona sorda deve affrontare: mancato rispetto delle sue potenzialità, dei suoi sogni e spesso della sua dignità. “Anche per questo – hanno spiegato Gallina e Laurito – diventa ancora più cruciale essere accolti in un centro di audiologia come quello di Ca’ Foncello che accompagni nell’intero percorso”. Alto Volume APS ha quindi raccontato la problematicità nel superare la questione della privacy per poter fare donazioni e l’ingente costo degli apparecchi acustici, dei veri e propri “mini computer” che arrivano a costare sui 10mila euro per le due orecchie e sono da cambiare ogni 4 anni. Laurito ha infine ricordato le insidie del periodo della Dad per i bambini sordi.

    Ancora, il presidente provinciale ANAP Confartigianato Treviso ha dichiarato che “se i progetti sostenuti sono a favore delle generazioni future diventano a lungo termine”. Andrea Rizzo, presidente Associazione Per Mio Figlio Onlus di Treviso ha poi sottolineato che “vedere un bambino soffrire fa soffrire due volte, ma fortunatamente il territorio ha un cuore grande”. Infine Silvia Nizzetto, assessore alla Partecipazione e Istruzione del Comune di Treviso ha raccontato le iniziative messe in campo nelle scuole trevigiane per imparare a conoscere la sordità e la disabilità in generale.

    Il progetto “Stellina alla conquista del suono”

    I criteri di selezione dei destinatari degli apparecchi acustici e degli ausili tecnologici ad essi collegabili dovranno rispondere a un protocollo d’intesa redatto dall’Associazione Alto Volume, in accordo con i donatori e con la supervisione del direttore generale dell’Ulss 2, che ha facilitato la creazione della rete tra le associazioni e fornitori degli ausili protesici.

    Il progetto “Stellina alla conquista del suono”, nel cui ambito la donazione si inserisce, è stato promosso dall’Associazione Alto Volume con il patrocinio del Comune di Treviso e ha preso avvio nell’aprile 2019. L’iniziativa, suddivisa in quattro parti, è stata pensata come un lavoro di ricerca mirato alla progettazione di una comunicazione esperienziale multisensoriale, basata su un linguaggio capace di applicare nuove tecnologie di comunicazione come lo storytelling.

     

     

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni