giovedì, 29 Settembre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeVenetoAttualitàA Cencenighe riapre dopo 4 anni l’Oasi Papa Luciani di Ghisel

    A Cencenighe riapre dopo 4 anni l’Oasi Papa Luciani di Ghisel

    Banner edizioni

    Domenica prossima 14 agosto l’Oasi Papa Luciani di Ghisel, a Cencenighe in provincia di Belluno, riapre ufficialmente a distanza di quasi 4 anni.

    La tempesta Vaia che ha colpito le Dolomiti e soprattutto la valle del Cordevole nel 2018 aveva lasciato ferite profonde a Ghisel: sentiero franato, teleferica crollata, danni a strutture.

    Ora, grazie alla tenacia, alla pazienza e soprattutto alla grande disponibilità di tanti amici e sostenitori dell’Oasi nata nel 1978 grazie a don Ettore Fornezza, per 9 anni segretario particolare del Patriarca di Venezia Albino Luciani, il sentiero è stato ripristinato. A rendere possibile il progetto di recupero son stati i fondi stanziati dalla Regione Veneto e utilizzati dal Comune di Cencenighe per il ripristino del sentiero. (continua sotto la media gallery)

    L’Oasi intitolata a Giovanni Paolo I, dunque, potrà nuovamente accogliere i tanti fedeli. “Sono commosso ed emozionato – è il commento di Mons. Ettore Fornezza – Non poter raggiungere Ghisel per 4 anni mi creava ansia e preoccupazione. Questo piccolo angolo di Paradiso nato nel 1978 con l’aiuto e per volontà di Papa Luciani, è il mio rifugio e quello di tanti fedeli e parrocchiani veneziani che ancora oggi amano e pregano Giovanni Paolo I. Voglio ringraziare tutti coloro che in questi 4 anni hanno contribuito alla riapertura dell’Oasi: tanti volontari, amici, ex parrocchiani della comunità dove son stato parroco a Venezia ma anche la Regione Veneto, l’assessore Gianpaolo Bottacin, il Sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, il Sindaco di Cencenighe Mauro Soppelsa e soprattutto gli operai che in questi giorni hanno lavorato da mattina a sera per fare in modo che tutto fosse pronto per la festa di domenica prossima. Papa Luciani, dall’alto, ha sempre vagliato su di noi e quest’anno, in onore della sua beatificazione abbiamo portato a Ghisel una statua di bronzo che lo rappresenta che mi era stata donata ai tempi in cui ero delegato patriarcale a Torcello. Sarà una bella sorpresa per tutti coloro che arriveranno a Ghisel”.

    Domenica, dunque, torna l’appuntamento con la “Festa di Ghisel”: sarà l’occasione non solo per percorrere il nuovo sentiero e ammirare la statua di Papa Luciani.

    Sarà presto attivo anche il nuovo impianto di pannelli fotovoltaici che daranno a Ghisel energia pulita e consentiranno di dare luce ed elettricità a tutta l’Oasi. Questo progetto è stato realizzato grazie al contributo ricevuto dal Comune di Venezia che ha consentito ad associazioni no profit e di volontariato di accedere al bando messo a disposizione dal Sindaco Luigi Brugnaro che ha rinunciato al suo stipendio per accantonare un fondo da destinare al finanziamento di progetti a sfondo sociale. Come da tradizione alle ore 11 verrà celebrata la Santa Messa. A seguire il consueto pranzo per tutti coloro che vorranno restare a Ghisel e godersi la giornata in compagnia.

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni