giovedì, 6 Ottobre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeVenezianoCavarzereCavarzere: “In 8 mesi tanti aumenti”. Botta e risposta al vetriolo

    Cavarzere: “In 8 mesi tanti aumenti”. Botta e risposta al vetriolo

    Banner edizioni

    Continua a restare alto il livello dello scontro politico a Cavarzere.

    Il Partito democratico di Cavarzere torna all’attacco denunciando i molti aumenti dei primi 8 mesi dell’amministrazione guidata dal sindaco Pierfrancesco Munari. Nello specifico, i dem riferiscono di un incremento dei costi dei servizi del 10% sul fronte dell’assistenza domiciliare, delle mense e della tassa rifiuti. Criticano poi l’aumento del 50% dell’indennità del sindaco e giunta. Secca la risposta a mezzo social del diretto interessato: “Dopo aver portato Cavarzere nel baratro per 10 anni di mala amministrazione, il Pd cavarzerano e i suoi massimi esponenti hanno pure il coraggio di parlare – attacca Munari -. Sarebbe lunga la lista dei disastri che ho trovato, i contenziosi legali che per loro inettitudine ci troveremo in futuro (ponte Boscochiaro, immobiliare San Silvestro, biometano Ca’ Venier solo per citarne alcuni) ma quello che non sopporto sono le falsità”. E spiega: “Il servizio di assistenza domiciliare e le mense scolastiche sono state aumentate di qualche centesimo (5 centesimi e 10 centesimi i pasti per esempio) mentre per la tassa rifiuti il Pd mente sapendo di mentire. Gli aumenti, decisi da ARERA e non dal sottoscritto, sono stati stabiliti ancora negli scorsi anni e i miei predecessori, gettando al vento una mezza milionata di euro hanno nascosto nell’ultimo anno di mandato questo aumento che giocoforza mi trovo a dover gestire”. Quanto all’aumento dell’indennità, Munari assicura che gli aumenti “decisi peraltro su proposta di parlamentari del Pd, riguardano tutti i sindaci della repubblica e sono coperti con fondi statali e non comunali”. Oltretutto, dice il primo cittadino, gli aumenti che per Cavarzere ammontano al 30% e non al 50% e saranno effettivi dal 2024. Quindi, il sindaco passa a rivendicare quanto fatto in questi mesi: “Noi abbiamo cambiato marcia, assunto 3 vigili, 2 tecnici (e altri 2 arriveranno entro l’anno) portato a casa 1.570.000 per i campi di via spalato, 830.000 per la mensa alla Collodi, ridotto della metà i tempi per il Pinqua, modificato gli orari di lavoro, riqualificato gli uffici, abbiamo presenziato dove Cavarzere non si vedeva da 10 anni e tanto altro”.

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni