giovedì, 29 Settembre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeSenza categoriaDelusione dal Comune di Maserà per il bando Pnrr necessario al palazzetto...

    Delusione dal Comune di Maserà per il bando Pnrr necessario al palazzetto dello sport

    Banner edizioni

    Maserà, Pnrr: le modalità di gestione del bando sembrano aver subordinato i comuni più piccoli, a favore dei più grandi

    “È con rammarico che abbiamo potuto assistere all’ennesima ingiustizia del Pnrr: nel bando per i palazzetti dello sport volevamo partecipare alla misura Cluster 3 per comuni inferiori ai 20mila abitanti. Il primo era per comuni capoluoghi e il Cluster 2 era per comuni superiori ai 50 mila abitanti”, il sindaco di Maserà, Gabriele Volponi, sperava di poter portare avanti il progetto per il palazzetto dello sport, grazie alle risorse messe a disposizione dal Pnrr. Ma le modalità di gestione del bando sembrano aver subordinato i comuni più piccoli, a favore dei più grandi, penalizzando le realtà con minor numero di residenti e, per la loro posizione periferica, più bisognose di servizi, in primis quelli relativi allo sport.

    “Abbiamo redatto un progetto di fattibilità per un palazzetto avveniristico e importante – prosegue Volponi -. Il progetto prevedeva una spesa di 8 milioni suddivisi in stralci. Il Pnrr ne poteva assegnare 4 milioni e il Comune di Maserà ne ha stanziati 1.500.000. Ma nel bando c’è una beffa: uno dei requisiti è che il comune abbia una referenza di una Federazione sportiva nazionale, e che le stesse possano dare una sola referenza a livello nazionale. Abbiamo scritto a tutte allegando il progetto, e alcune ci hanno risposto che avevano già dato la referenza ad altre città come Roma e Milano. A cosa serviva, dunque, stanziare centinaia di milioni di euro per un bando che aveva già i nomi e i cognomi? Le federazioni sono 43 e quindi altrettanti saranno i palazzetti finanziati”.

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni