domenica, 25 Settembre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomePadovanoConselvanoEmergenza West Nile a Tribano: la minoranza chiede disinfestazioni straordinarie

    Emergenza West Nile a Tribano: la minoranza chiede disinfestazioni straordinarie

    Banner edizioni

    Tribano, Bazzarello: “Il Comune aumenti gli interventi di disinfestazione nei parchi pubblici e nell’area feste e promuova una distribuzione straordinaria di pastiglie larvicide contro le zanzare”

    Roberto Bazzarello
    Roberto Bazzarello

    Negli ultimi giorni il Veneto è interessato da un aumento dei casi di persone alle prese con l’infezione trasmessa dalla zanzara West Nile che, in alcuni casi, portano a conseguenze gravi. In particolar modo, nella bassa padovana a Tribano si sono registrati due casi.

    La notizia data dal Sindaco Cavazzana nella serata dell’8 agosto ha provocato l’intervento della minoranza che nella mattinata del 9 agosto ha inviato una lettera chiedendo al Sindaco di emanare un’ordinanza urgente, di sensibilizzare la cittadinanza attraverso avvisi, un piano straordinario di disinfestazione nei parchi pubblici e nell’area feste oltre che la promozione di una distribuzione straordinaria di consegna delle pastiglie anti zanzare per le aree private da eseguirsi durante il mese di agosto.

    Stamattina abbiamo scritto al Sindaco di emanare un’ordinanza per l’emergenza West Nile visto che abbiamo appreso che a Tribano abbiamo due casi” ha dichiarato il capogruppo di opposizione Roberto Bazzarello (RinnoviAMO Tribano).

    L’emergenza West Nile si sta ampliando nel nostro territorio e Tribano non può essere impreparato. Ogni anno il Comune pianifica un piano di azione contro le zanzare ma, visto il diffondersi del virus riteniamo utile aumentare gli interventi. Prot.A fine luglio Tribano è stato individuato dalla Direzione della Prevenzione Sicurezza Alimentare e Veterinaria della Regione del Veneto un comune con un “precoce ed elevato tasso di positività per West Nile” a seguito dell’analisi di un pool di zanzare catturate. Nel frattempo siamo venuti a conoscenza che ci sono stati due casi”.

    Fino ad oggi l’unica azione di comunicazione messa in campo dall’amministrazione comunale di sensibilizzazione dei cittadini sono stati dei post su Facebook per questo abbiamo chiesto al Sindaco di emanare un’ordinanza e chiedere l’aiuto dei cittadini attraverso degli avvisi pubblici da distribuire nel territorio comunale, in primis partendo da chi ha delle aree private (ad esempio le aree condominiali)”.

    Ma questo non basta. In questi giorni a Tribano c’è la Festa della Musica, il Sound Explosion che vede la presenza di numerose persone: abbiamo chiesto una disinfestazione straordinaria dell’area feste e dei parchi giochi frequentati dai bambini oltre che delle aree dove sono avvenuti i casi come previsto dal protocollo della Regione del Veneto”.

    Nei mesi scorsi il Comune ha distribuito le pastiglie contro le zanzare, abbiamo proposto di organizzare una distribuzione straordinaria durante il mese di agosto. Riteniamo giusto aumentare al massimo la prevenzione lavorando insieme all’ULSS e ai cittadini: in questo momento è importante intensificare l’attenzione nello sfalcio periodico delle aree pubbliche e nella rimozione e bonifica dei possibili focolai larvali”.

    E’ però importante che anche i cittadini abbiano un ruolo attivo nel complesso delle azioni utili a fronteggiare l’emergenza, principalmente adottando misure individuali di protezione dalle punture di zanzara e, inoltre, facendo attenzione a eliminare, per quanto di propria competenza, le situazioni favorevoli alla formazione dei focolai larvali. Per proteggersi, ci sono alcuni accorgimenti da seguire, rispetto ai quali la Regione Veneto ha predisposto del materiale informativo, diffuso anche via social. Gli accorgimenti suggeriti sono i seguenti: indossare indumenti di colore chiaro dal crepuscolo all’alba, pantaloni lunghi e maniche lunghe; usare repellenti cutanei e spray a base di piretro o altri insetticidi per uso domestico; soggiornare e dormire in ambienti provvisti di zanzariere alle porte e alle finestre; se possibile, raffreddare leggermente gli ambienti di notte, in quanto le zanzare non amano le temperature basse” ha concluso Bazzarello.

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni