martedì, 4 Ottobre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomePadovanoBassa PadovanaEste, docu-racconto “1922 scuola mobile all’aperto - 2022 didattica a distanza”

    Este, docu-racconto “1922 scuola mobile all’aperto – 2022 didattica a distanza”

    Banner edizioni

    Este, Cento anni di scuola mobile all’aperto ad Este, un docu-racconto per raccontare un secolo di didattica alla Giovanni Pascoli

    “1922 scuola mobile all’aperto – 2022 didattica a distanza” è il titolo del video, curato dal giovane regista Giacomo Spoladore, nome d’arte James D. Dawson.  Il video documenta l’esperienza con interviste ad alcuni ex alunni della Pascoli, protagonisti di quel giorno così speciale del 1954, a iniziare dalla partenza in treno dalla stazione ferroviaria di Este, con direzione Venezia Santa Lucia, e poi attraverso le calli, fino alla splendida piazza San Marco.

    Il 24 maggio 1922, su iniziativa del professor Mario Cacciavillani, nasceva a Este il progetto della “scuola mobile all’aperto”, per cercare di arginare la diffusione della tubercolosi, particolarmente virulenta tra fine Ottocento e i primi anni del Novecento, e per superare le problematiche delle classi elementari sovraffollate che favorivano inevitabilmente il diffondersi del morbo.

    Questa particolare esperienza didattica era stata sperimentata già nei primi anni del secolo scorso in diverse città europee e italiane. Dal 2020 è stato invece il Covid-19 a mettere ancora una volta duramente alla prova il sistema scolastico. Le tematiche sono state trattate in un convegno a fine maggio. Dove è stato proiettato documentario e con il coinvolgimento degli alunni delle scuole primarie di Este.

    L’iniziativa ripresa anche nel dopoguerra

    L’iniziativa della Scuola Mobile all’aperto venne ripresa a Este nel dopoguerra grazie all’impegno di alcuni maestri della scuola elementare Pascoli. L’imprenditore e consigliere comunale di Este, Aurelio Puato, ha ricordato la personale esperienza di alunno della scuola Pascoli: «Serbo nitidi ricordi di come la scuola di allora non era limitata alla sola attività d’aula: ci portavano a visitare i giardini, i musei e i monumenti della città. Queste iniziative didattiche portate all’aperto, fuori dai rigidi binari della scuola tradizionale, avevano una notevole valenza formativa: per questo, grazie anche all’amico Luciano Sandonà, abbiamo voluto dare il giusto risalto al progetto della Scuola Mobile all’aperto, concluso nei primi anni Sessanta» conclude il consigliere.

    Un’esperienza che ha portato Este al centro dell’attenzione regionale nel raffronto con quanto le scuole hanno dovuto affrontare negli ultimi due anni.

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni