sabato, 13 Agosto 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeVicentinoVicenzaFormisano (Pd): "Rucco non si sente sui problemi di Vicenza, campione mondiale...

    Formisano (Pd): “Rucco non si sente sui problemi di Vicenza, campione mondiale di nascondino”

    Banner edizioni

    “Dalla cena per Paolo Rossi al caso Tosetto, dalla mostra Infernus al caso Carraro, il sindaco di Vicenza non si fa sentire”

    Federico Formisano, segretario cittadino del Pd

    Il segretario cittadino del Pd, Federico Formisano, attacca il sindaco Rucco a proposito delle ultime vicende di cronaca politica nelle quali, a suo dire, il sindaco non è presente. Un “campione mondiale di nascondino”, commenta Formisano.

    “Ma a Vicenza esiste ancora un sindaco? Se lo chiedono – dice la nota diffusa da Formisano – ormai quotidianamente i vicentini che assistono attoniti a polemiche, dimissioni di importanti figure istituzionali, tensioni interne alla maggioranza. E mentre tutto ciò accade il sindaco sta rigorosamente in silenzio, nascondendosi all’interno delle mura di palazzo Trissino. Solo per citare i fatti dell’ultimo mese: le minoranze e i cittadini chiedono chiarimenti sull’organizzazione e sulla destinazione in beneficienza dei contributi raccolti con la cena dedicata alla memoria di Paolo Rossi in piazza dei Signori? Silenzio assoluto.

    La guardia di finanza su mandato della procura della Repubblica apre un’indagine esplorativa sulla mostra Infernus organizzata in Basilica Palladiana con la sponsorizzazione di Agsm Aim e acquisisce materiale grazie a perquisizioni negli uffici comunali e nella sede scaligera della società municipalizzata? Rucco fa finta di niente”.

    Francesco Rucco, sindaco di Vicenza

    “Tutti i partiti di maggioranza massacrano mediaticamente un suo assessore con uno stillicidio quotidiano? Tutto tace da parte del sindaco. Ma con la vicenda di ieri si è arrivati alla ciliegina sulla torta: si dimette il presidente della Fondazione studi universitari, la stampa racconta che all’origine di questa decisione ci siano state pesantissime tensioni con il sindaco e con il suo braccio destro Arrigo Abalti. Da più parti arriva la richiesta di spiegare, chiarire, illustrare la sua posizione. E il sindaco cosa fa? Naturalmente sta in silenzio, facendo finta di nulla”.

    “Il sindaco – aggiunge Formisano – deve essere un leader, una figura autorevole, che sa prendere posizione ed assumersi le sue responsabilità. Noi invece abbiamo il campione mondiale di nascondino o del gioco delle tre scimmiette: non vede, non sente e non parla. Ma questa modalità di gestione non può proseguire all’infinito, perché mentre Rucco scappa la città è rimasta senza un timoniere, senza qualcuno che sappia indicare la rotta. Per cui noi torniamo a chiedergli almeno un po’ di coraggio e di dare risposte ai vicentini: è vero che Carraro è stato spinto a dimettersi su volontà del sindaco e delle persone a lui più vicine? Per quale ragione il sindaco ha ripetutamente cambiato idea sulla collocazione della mensa? Qual è l’opzione che preferisce in questo momento sulla collocazione della mensa, in attesa di cambiare nuovamente idea? Che fine farà lo stanziamento della Camera di commercio di oltre un milione e mezzo di euro, destinato proprio alla mensa?”

    “Noi crediamo che un sindaco abbia il dovere di rispondere e che debba trovare il coraggio di mettere finalmente la faccia sulle scelte che assume davanti ai vicentini”, conclude Formisano.

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni