venerdì, 30 Settembre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomePadovanoConselvanoLa Bretella nord di Bovolenta si farà

    La Bretella nord di Bovolenta si farà

    Banner edizioni

    Bovolenta: finanziata la Bretella nord, costerà 3,6 milioni di euro. Via libero definitivo arrivato dalla Provincia di Padova

    Bovolenta

    La Bretella nord di Bovolenta si farà: il via libero definitivo è arrivato dalla Provincia di Padova attraverso uno stanziamento da 2,9 milioni di euro che coprirà gran parte della spesa prevista per la nuova strada che eliminerà il traffico pesante dal centro del paese e risolverà il problema della strozzatura del ponte a senso unico alternato. Un’opera da 3,6 milioni di euro, coperta anche con 400 mila euro già stanziati dal Comune con l’avanzo di amministrazione e altri 250 mila euro del Consorzio di Bonifica Bacchiglione, che si occuperà del potenziamento dell’idrovora. La nuova strada collegherà via San Gabriele, la provinciale da Polverara, con via Padova, che arriva da Casalserugo, correndo lungo l’argine del Roncajette, dal lato del centro.

    Il sindaco di Bovolenta: “Traguardo storico”

    Esprime soddisfazione il sindaco Anna Pittarello: “E’ un grande risultato e una grande soddisfazione per la nostra amministrazione, che dopo l’impegnativo lavoro iniziato nel 2015, tanta burocrazia e tanti enti coinvolti, è finalmente arrivata a questo storico traguardo. Ora siamo già pronti a procedere con gli espropri, che sono pochi, e la gara, in modo da aprire il cantiere nel 2023. Ringrazio il Consiglio provinciale in carica e quello precedente, i sindaci del territorio e gli uffici tecnici di tutti gli enti che in questi mesi hanno esaminato il progetto e fornito i loro pareri, tutti favorevoli. Bovolenta crescerà grazie a questa importante opera per il territorio, nonostante per anni le minoranze in consiglio comunale abbiano sempre continuato a dichiarare che la bretella non si sarebbe fatta”. Sulla stessa linea il vice presidente della Provincia Vincenzo Gottardo: “E’ il risultato di un grande lavoro di squadra messo a punto con tutti i consiglieri provinciali, a favore di quel territorio, della sua economia e dello sviluppo futuro”. 

    Il gruppo di minoranza: “Non è la soluzione migliore”

    Nettamente diversa, invece, la posizione del gruppo di minoranza “Siamo Bovolenta”, da sempre critico sull’opera. “Continuiamo ad essere convinti che il problema viario di Bovolenta si potesse risolvere diversamente e che questa non sia la soluzione migliore. Era possibile una soluzione alternativa, che noi avevamo proposto e che con le risorse oggi a disposizione della Provincia si sarebbe potuta attuare o per lo meno considerare. Oggi si finanzia questa alternativa solo perché si è scelto di non valutarne altre. Per questo il nostro compito rimane chiaro: vigileremo perché l’impatto di quest’opera non sia solo a scapito di chi ha avuto la sfortuna di trovarsi ad abitare nel quartiere di viale Italia e via Dante, a cui non si sono mai volute dare risposte chiare. Siamo di fronte al disinteresse totale per le istanze del territorio anche se quello di un quartiere evidentemente considerato come marginale. Già ora, grazie alla responsabilità di alcuni consiglieri provinciali, si è arrivati ad ottenere che i ribassi d’asta siano reinvestiti in opere di mitigazione dell’impatto ambientale. Certamente non lo abbiamo fatto e non lo facciamo (diversamente da qualcun altro) per la ricerca del consenso ad ogni costo”.

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni