sabato, 13 Agosto 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeBreaking NewsPadova. Carlo Calenda, leader di Azione si candida in Veneto

    Padova. Carlo Calenda, leader di Azione si candida in Veneto

    Banner edizioni

    Carlo Calenda ha annunciato che si candiderà in Veneto

    Prima di partecipare ad un incontro ad Asiago, il leader di Azione Carlo Calenda fa tappa  Padova. Molti i temi affrontati dal tema dell’autonomia, alla detassazione di una mensilità, dal tema della semplificazione fino alle possibili candidature venete.

    Basta discussioni il patto e l’assetto è molto chiaro. C’è un confronto di leadership. Da un lato ci siamo io e Letta dall’altro lato ci sono Salvini e Meloni. Gli italiani devono scegliere, anche rompendo quel criterio destra sinistra che ha portato per trent’anni in Italia a declinare. Nella coalizione rappresento i  liberali, i moderati e i popolari. Con Enrico Letta ho un buon rapporto. Entrambi abbiamo avuto grandi esperienze internazionali che servono. Siamo pronti a governare il paese soprattutto in una condizione così tragica a livello internazionale e a livello economico

    Detassazione

    Decontribuire e detassare una mensilità per permettere ad esempio ad un lavoratore che guadagna 1300 euro di averne in busta paga 2000 sgravando gli imprenditori dei costi aggiuntivi per una sorta di stipendio di ristoro del potere d’acquisto. E’ la proposta lanciata a Padova da Carlo Calenda, spiegando che  “Abbiamo fatto una proposta concreta poichè gli imprenditori recupereranno quanto in più daranno ai lavoratori con un credito di imposta al 50%.  –  spiega il leader di Azione   – Molte imprese questa cosa la stanno già facendo. Vogliamo che lo Stato faccia la sua parte contribuendo appunto per la metà e senza chiedere tasse su questo stipendio in più. Possiamo permettercelo poichè esiste un extra gettito fiscale sull’Iva dovuto all’inflazione. Queste sono cose concrete e fattibili. Chi come il centrodestra promette una montagna da 80 miliardi di euro sta prendendo per i fondelli gli elettori”.

    Candidatura

    Carlo Calenda inoltre ha annunciato che si candiderà in Veneto E’ il mio collegio elettorale da parlamentare europeo, è qui che ho incontrato molti imprenditori ed è qui che mi candiderò”.  Tra i nomi dei candidati che Azione proporrà in alleanza con il Partito Democratico Calenda ci sono Stefano Allevi, sociologo, esperto di tematiche dell’immigrazione e Alberto Baban, responsabile nazionale dei temi dell’Impresa e dell’innovazione di Azione.

    Sfuma un’ipotesi circa Leopoldo Destro, attuale presidente di Confindustria Veneto Centro, Carlo Calenda ha detto “no, non è una ipotesi per il terzo nome per la Camera, ma abbiate pazienza, c’è un gruppo di persone che sta lavorando alle candidature”

    Metodo

    A livello veneto e nazionale stiamo prendendo in considerazione le candidature di persone con esperienze rilevanti nelle aziende private o nel pubblico. –  aggiunge il leader di Azione –  E’ un nostro metodo, solo chi ha esperienza entra in Parlamento sotto le insegne di Azione ed ancora di più questo metodo sarà applicato quando sarà ora di fare nomi per gli incarichi di Governo. In Veneto e nel Nord siamo sicuri di andare in doppia cifra

    Autonomia

    E parlano di autonomia Carlo Calenda annuncia che ci sarà la Gelmini ” Ci vuole buon senso, non è una questione di destra sinistra centro. Ho sempre avuto questo principio.  Penso che le regioni che spendono bene devono avere più autonomia. Le regioni che spendono male devono avere meno autonomia. Mi pare che  sia il criterio che utilizziamo in tutte le cose della vita. Se una regione non riesce ad assicurare un servizio sanitario decoroso ai suoi cittadini deve intervenire lo stato. Se una regione fa funzionare bene gli istituti tecnici ma io gli do più soldi per fare gli istituti tecnici”

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le notizie più lette di Padova

    Banner edizioni