martedì, 4 Ottobre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeVenetoAttualitàTurismo: dal Pnrr 25 milioni di euro per la valorizzazione del Delta...

    Turismo: dal Pnrr 25 milioni di euro per la valorizzazione del Delta del Po

    Banner edizioni

    Turismo nel Delta del Po valorizzato con i fondi del Pnrr, Zaia: “impiego di fondi che dimostra capacità progettuale e valore di un’area da ampie potenzialità turistiche”

    Delta del Po

    “I fondi del PNRR sono inutili se non hanno una destinazione precisa e se sono privi di contenuti. Questo provvedimento dimostra invece che in Veneto sappiamo farne buon uso, dando prova di interventi in grado di unire competenze diverse, dalle infrastrutture al turismo, dalla cultura all’ambiente. Essere la prima regione d’Italia come numero di presenze turistiche ci ha insegnato a vedere le potenzialità di ogni area della regione, tanto più se tra queste possiamo contare su un’area, il Delta del Po, che è riserva di Biosfera Unesco”. 

    Questo il commento del Presidente del Veneto, Luca Zaia, a seguito dell’approvazione, da parte della Giunta regionale, dell’Accordo di programma che vede coinvolti Regione, Veneto Strade, Infrastrutture Venete ed Ente Parco Delta del Po, nello sforzo comune di potenziare l’attrattività turistica dell’area del Delta del Po, dando attuazione a quanto previsto dal PNRR.

    L’importo complessivo di investimenti destinati alla Regione per la realizzazione degli interventi – che si tradurranno in particolare in progetti che interessano intermodalità, piste ciclopedonali e trasporto ferroviario – ammonta a 25 milioni di euro.

    “Se spiagge e montagne rappresentano certamente le principali destinazioni turistiche, il Delta del Po rivela come il Veneto riesca a declinare la propria offerta in un modo ancora diverso, in un’ottica slow, che porta a scoprire in bici, in barca, a piedi un paesaggio unico per biodiversità, tra campagna, dune fossili, ben otto cordoni litoranei, golene, valli da pesca e lagune, tutto parte di quella che è riconosciuta come la più vasta zona umida d’Italia”, conclude il Presidente.

     

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni