domenica, 4 Dicembre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

Banner edizioni
HomeVenezianoRiviera del BrentaDolo: Anfi, una rete di solidarietà per i più bisognosi

Dolo: Anfi, una rete di solidarietà per i più bisognosi

Banner edizioni

Sociale. In seguito anche al successo della mostra “Al De La Del Mar” predisposti buoni pasto e buoni medici per le famiglie. Consegnato un defibrillatore

Un gesto di grande sensibilità è quello che ha visto protagonista la sezione dolese dell’associazione Anfi (Associazione Nazionale Finanzieri d’ Italia). Nelle scorse settimane ha donato il ricavato dell’evento culturale “Al De La Del Mar”, che aveva organizzato, con il patrocinio dal Comune di Dolo, e che ha avuto una forte risonanza a livello locale e nella Riviera del Brenta. Grazie alla partecipazione di molte persone all’esposizione fotografica curata dal “Centro Studi Grandi Migrazioni” e con le offerte lasciate dai visitatori, da alcuni amici e dai soci del sodalizio, è stato possibile raggiungere “l’obiettivo prefissato, quello cioè di poter dare un aiuto a chi sta attraversando un periodo di criticità, aggravato da questo momento di pandemia-  ha sottolineato il presidente Gioacchino Zarbo. L’associazione ha così acquistato un defibrillatore che è stato donato alla associazione sportiva Csa Venezia che collabora con l’associazione Rescue Life Padova per il progetto denominato “Polo Nautico di Dolo” con sede all’ex Macello di via Rizzo, 73, consegna avvenuta ai due presidenti dei sodalizi, Diego Baldan peraltro anche fiduciario Coni, e Matteo Giardini. L’associazione sportiva Csa Venezia ha come missione la promozione dello sport per l’età giovanile e per la fascia di età over 65, mentre l’associazione Rlp la promozione della cultura del primo soccorso nelle scuole come il progetto Poseidone, la formazione sui rischi del mondo acquatico e la promozione di attività sportiva per i giovani e anziani con particolare attenzione alle attività motorie in ambiente acquatico, quindi, la donazione del defibrillatore, risulta essere uno strumento indispensabile. Ma l’associazione Anfi non si è limitata ad un defibrillatore, e con i soldi raccolti ha anche predisposto dei buoni per acquistare beni di generi alimentari presso un minimarket a Sambruson e, dei buoni per eseguire esami medici specialisti che sono stati consegnati ai servizi sociali del Comune di Dolo che provvederanno a distribuirli alle persone bisognose. La consegna del defibrillatore e dei buoni, è stata effettuata dal presidente Zarbo al sindaco Gianluigi Naletto che ha ringraziato l’associazione per l’ impegno e la generosa collaborazione. Gratitudine e riconoscimento che il sindaco ha poi espresso verso il Corpo della Guardia di Finanza di Venezia, importante riferimento per l’attività amministrativa dell’amministrazione comunale dolese. Anche il comandante provinciale della Guardia di Finanza di Venezia, Giovanni Salerno, ha evidenziato l’elevato valore sociale dell’iniziativa.

Lino Perini

Banner edizioni
Banner edizioni
Banner edizioni

Le ultime notizie della provincia di Venezia

Banner edizioni
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy