giovedì, 8 Dicembre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

Banner edizioni
HomeBreaking NewsElezioni, a Mogliano Veneto il peggior risultato della Lega

Elezioni, a Mogliano Veneto il peggior risultato della Lega

Banner edizioni

Il sindaco Bortolato di Mogliano Veneto dopo le elezioni: “I cittadini chiedono coerenza. Bisogna considerare meritevole chi ha sempre contribuito per dare un buon nome al partito”.

Era il 21 giugno quando, con una lettera inviata contemporaneamente a media e segreterie provinciale e regionale, il sindaco di Mogliano Veneto Davide Bortolato, due assessori e cinque consiglieri dicevano addio alla Lega riconsegnando le loro tessere. L’accusa era “non aver mai puntato su questa compagine amministrativa quanto piuttosto su soggetti i cui comportamenti sono stati e sono tuttora discutibili e da cui tutti i componenti della maggioranza che amministra la città intendono prendere le distanze”.

Ora, alla luce del deludente risultato della Lega alle Politiche, Bortolato torna sul tema sottolineando il malessere profondo del partito legato anche alle scelte qualitative dei rappresentati locali: “Bisogna considerare meritevole chi ha sempre contribuito per dare un buon nome al partito e a chi porta avanti le politiche del partito a livello locale, è inimmaginabile pensare che chi con il suo comportamento ha gettato discredito sul partito possa ancora esserne il rappresentante; i cittadini si sono accorti di questo e la Lega a Mogliano incassa il peggior risultato della Marca Trevigiana” dichiara il primo cittadino.

Sul tema dell’autonomia, baluardo della Lega di Salvini e tema caro ai veneti, Bortolato si dice fiducioso: “ho avuto modo di sentire rassicurazioni da parte di Fratelli D’Italia, penso sia più importante percorrere la strada segnata piuttosto che riflettere su chi la percorra”.

Il sindaco di Mogliano non manca di interrogarsi sul motivo del largo consenso di Fratelli d’Italia sia a livello nazionale che a livello locale: “I cittadini chiedono coerenza, la stessa coerenza che il mio gruppo ha avuto allontanandosi dal partito, anteponendo la buona gestione della città rispetto alle beghe del partito. Chi tiene la schiena dritta viene sempre premiato, e penso sia questo il fatto per cui Giorgia Meloni piaccia”. La parabola della Lega al governo prima con i 5 stelle e poi in opposizione, insieme rappresentati locali chiacchierati e mal considerati in città sono nello specifico le ragioni che secondo il primo cittadino hanno allontanato l’elettore moglianese dalla Lega. Nel moglianese infatti il Carroccio ha strappato solo il 10,74% delle preferenze, doppiata da Fratelli d’Italia che ha ottenuto invece il 27,14%.

La Lega cercherà ora di invertire la rotta per ritornare ai tempi d’oro, ma per Bortolato i congressi non basteranno: “Prima dovrebbe esserci un momento catartico di epurazione per tutti i soggetti che hanno ferito la reputazione del partito a livello locale e nazionale, riconoscendo la centralità degli amministratori e le loro grandissime qualità nell’attirare elettorato”.

Marika Andreoli

Banner edizioni
Banner edizioni
Banner edizioni

Le ultime notizie della provincia di Treviso

Banner edizioni
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy