domenica, 27 Novembre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

Banner edizioni
HomeNazionaleElezioni politiche, crollo PD, le parole di Letta

Elezioni politiche, crollo PD, le parole di Letta

Banner edizioni

Il crollo del PD a queste elezioni politiche è stato verticale, ecco il primo discorso del segretario del partito Enrico Letta dopo il voto

Gli italiani hanno scelto la destra. Oggi è un giorno triste per l’Italia e l’Europa“, inizia così il primo discorso di Enrico Letta dopo il lungo, rumorosissimo, silenzio. “Abbiamo tentato che la legislatura arrivasse alla fine, ma se siamo arrivati al governo Meloni, è stato perché Conte ha fatto cadere il governo Draghi. Abbiamo fatto tutto il possibile“.

Il risultato è insoddisfacente“, prosegue Letta. “Il partito è il secondo d’Italia. Faremo un’opposizione dura e intransigente, con tutte le nostre forze. Siamo capaci di fare opposizione, l’abbiamo già fatta in passato. Non permetteremo che l’Italia esca dal cuore dell’Europa. Non permetteremo che l’Italia si stacchi dai valori europei e da quelli costituenti“.

Elezioni, crollo PD, Letta: “Il partito è vivo, la coalizione larga non è stata possibile, ma non per colpa nostra”

Il primo obiettivo del suo mandato di segreteria era mantenere vivo il partito e questo, secondo Letta, è stato raggiunto. “Il partito democratico si rivela ancora una comunità viva, la principale forza di opposizione. Per questo lavorerà per costruire in prospettiva quello che non è stato possibile questa volta. L’unico modo era il campo largo, l’abbiamo persistito in tutti i modi, ma alcuni interlocutori si sono sfilati. Quindi la coalizione larga non è stata possibile, ma non per colpa nostra“.
E ancora: “Questa legislatura sarà quella più a destra degli ultimi tempi, dunque il nostro secondo obiettivo invece non è stato raggiunto“.

Crollo PD, Letta: ”non ci sarò al prossimo congresso”

La curiosità di tutti riguardava il prossimo congresso del PD che “sarà di profonda riflessione. In ottemperanza all’Istituto, penso si debba fare il prima possibile. Mi occuperò di accompagnare in maniera neutrale il partito a questo congresso, a cui non mi ripresenterò come candidato. Non ne sarò il protagonista, ma mi auguro che sia di grande profondità, per capire chi è il Partito Democratico e come vuole costruire il futuro“, ha detto Letta. Anche perché “il risultato finale dice che non c’è costruzione di alternativa alla destra senza il Partito Democratico“.

Con questa destra – conclude -, chi verrà dopo di me dovrà lavorare per un lavoro che dia una alternativa alla maggioranza degli italiani. Non sono mai stato per la autosufficienza, non sono mai stato per l’isolamento, sono sempre stato per il dialogo. Sia per fare opposizione che per costruire l’alternativa: avremo delle elezioni in primavera e dovremo andare con uno schema che non dia campo libero alla destra. Gli elettori hanno detto la loro e spero che da oggi in poi si possa costruire questa alternativa“.

Enrico Caccin

Banner edizioni
Banner edizioni
Banner edizioni

Le più lette

Banner edizioni
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy