mercoledì, 30 Novembre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

Banner edizioni
HomeBreaking NewsRinnovato l’accordo con Veneto Strade: 280 mila euro di multe “girati” al...

Rinnovato l’accordo con Veneto Strade: 280 mila euro di multe “girati” al Comune di Cadoneghe

Banner edizioni

Il Comune di Cadoneghe ha rinnovato l’accordo con Veneto Strade sulla distribuzione dei proventi derivanti dai due autovelox installati lungo la regionale 308 del Santo dieci anni fa, nel 2012.

Multa
Multa

Il sindaco Marco Schiesaro ha incontrato, nei giorni scorsi, i vertici di Veneto Strade, con i quali ha rinegoziato le percentuali da assegnare ai due enti. La ratifica vera e propria è avvenuta ai primi di agosto. I proventi saranno destinati in via prioritari alla messa in sicurezza della rotatoria d’innesto all’altezza di Bragni.
La rinegoziazione prevede che al Comune andrà il 70 per cento dei proventi delle multe del 2020 e del 2021, mentre Veneto Strade si terrà il restante 30 per cento. Le sanzioni ammontano a 400 mila euro, di cui 120 mila andranno a Veneto Strade, 280 mila resteranno al Comune di Cadoneghe, che le impiegherà in interventi di sicurezza stradale e asfaltature, prima fra tutte quella di viale Maestri del Lavoro. “L’accordo originario prevedeva la divisione a metà dei proventi delle sanzioni, – illustra il sindaco Marco Schiesaro –, ma fin dal 2019 ho rinegoziato queste percentuali, facendo presente a Veneto Strade che i controlli stradali e la manutenzione degli apparecchi sono sempre in carico alla polizia locale di Cadoneghe, che pertanto fa tutto il lavoro.  Il Comune sarà beneficiario del 70% degli introiti, mentre il 30% andrà all’ente regionale, confermando le proporzioni degli scorsi anni, con un aumento di 20 punti percentuali rispetto a quanto previsto, ossia 50% al Comune e 50% a Veneto Strade, ente nel quale ho sempre trovato grande collaborazione e disponibilità, che ha portato alla rimodulazione delle percentuali”.
I proventi delle sanzioni saranno investiti, come previsto dalla legge, in opere che riguardano la sicurezza stradale. “Come prevede la legge, le sanzioni non vengono usate per “fare cassa”, – prosegue Schiesaro – ma per assicurare una maggiore sicurezza a tutti gli utenti della strada, in particolare nei punti più critici. I proventi delle multe dei due velox (installati in entrambe le direzioni di marcia) saranno destinati in via prioritaria alla messa in sicurezza della rotatoria d’innesto all’altezza di Bragni. Con il nuovo accordo, infatti, andremo a intervenire proprio nello svincolo d’innesto della 308 da Bragni. Si provvederà a illuminare la rotatoria e verrà rifatta completamente la segnaletica stradale, con l’istituzione di uno stop all’inizio di viale Maestri del Lavoro e il posizionamento di una lanterna semaforica a luce gialla intermittente per preavvertire l’incrocio. Recentemente i cittadini hanno segnalato la pericolosità dell’innesto, dove sono avvenuti alcuni incidenti. Con la nostra quota sistemeremo viale Maestri del lavoro, così come abbiamo già asfaltato il tratto di regionale 308 che ricade nel territorio di Cadoneghe. Abbiamo preventivato, infine, la prosecuzione delle barriere fonoassorbenti in direzione della frazione di Bagnoli e il rifacimento dei giunti di congiunzione, che diventano spesso rumorosi al passaggio dei veicoli”.

Nicoletta Masetto

Banner edizioni
Banner edizioni
Banner edizioni

Le ultime notizie della provincia di Padova

Banner edizioni
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy