sabato, 26 Novembre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

Banner edizioni
HomeVicentinoBassanoVicenza, eletti Zanettin, Pretto (ma Castaman non ce la fa) ed Erika...

Vicenza, eletti Zanettin, Pretto (ma Castaman non ce la fa) ed Erika Stefani. Ierardi incerto

Banner edizioni

Vicenza, secondo le stime della Regione, eletti al Senato anche Barbara Guidolin dei cinque stelle e Aurora Floridia dei Verdi & sinistra. Un posto anche per Sbrollini (ma deve rinunciare Calenda)

Ierardi
L’assessore Mattia Ierardi

C’è ancora parecchio da aspettere per i risultati ufficiali sugli eletti – parliamo del plurinominale perché l’uninominale è certo – ma sulla base di qualche ragionamento meditato, si possono avanzare alcune ipotesi fondate.

La prima è che Mattia Ierardi, assessore di Vicenza, ha buone possibilità di andare a Montecitorio. La pioggia di voti su Fratelli d’Italia nel collegio della Camera di Vicenza porterà a due eletti (tanti quanti erano quelli della Lega nel 2018 che aveva la stessa percentuale di oggi dei Fratelli, 32%). Quattro sono i candidati del collegio: ma tra loro ci sono Maria Cristina Caretta ed Elisabetta Gardini che sono state elette nell’uninominale e quindi lasceranno i due posti: restano Alessandro Urzì, segretario di Bolzano candidato a Vicenza, e appunto Mattia Ierardi.

L’osservatorio regionale attribuisce due eletti a Fratelli d’Italia al Senato di Vicenza: sono Isabella Rauti e Adolfo Urso. La Rauti, comunque, è stata eletta anche in Lombardia. Bisognerà vedere dove scatterà l’elezione.

In casa Lega, al Senato passa Andrea Ostellari a Vicenza. Alla Camera, la percentuale raccolta dovrebbe consentire a Erik Pretto, capolista, di tornare a Montecitorio. Ma, a differenza di quattro anni fa, con i voti al carroccio dimezzati (14%) è assai probabile che l’eletto nella Lega sia un soltanto. Del resto, quattro anni fa nello stesso collegio con il 16% il Pd ottenne, un solo eletto. Non dovrebbe scattare, quindi, l’elezione per Giuseppe Castaman, presidente di ViAcqua, che si trova al terzo posto della lista della Lega. Viceversa la vicentina Erika Stefani, candidata al Senato nel Veneto 1 (cioé Belluno, Rovigo, Treviso, Venezia) non ha problemi ad essere eletta.

Nessun problema per Enrico Letta del Pd

Nessun problema neanche per Enrico Letta, capolista del Pd a Vicenza, a essere eletto così come il forzista Pierantonio Zanettin: quattro anni fa Forza Italia ottenne un seggio, per Massimo Ferro, con l’11 per cento; e Adolfo Urso l’ottenne con il 4% per Fratelli d’Italia. Oggi Forza Italia nello stesso collegio plurinominale della Camera di Vicenza ha circa il 7. E’ abbastanza per far scattare il seggio a favore di Zanettin, almeno secondo le stime dell’osservatorio elettorale della Regione Veneto. Sempre secondo queste stime il seggio scatta anche per Aurora Floridia dei Verdi & Sinistra, così come per Sonia Perenzoni del Movimento Cinque Stelle. Ancora incerta l’elezione alla Camera di Daniela Sbrollini, che si presentava seconda in lista dietro Carlo Calenda, la cui elezione dovrebbe scattare in Sicilia: il leader di Azione, quindi, lascerebbe il posto a Vicenza alla collega.

Nei collegi uninominali eletti Caretta, Giovine e la Bizzotto

Riguardo ai collegi uninominali, sono già realtà le elezioni di Mara Bizzotto (Lega, Vicenza), Maria Cristina Caretta (FdI, Vicenza), Silvio Giovine (FdI, Bassano).

 

Banner edizioni
Banner edizioni
Banner edizioni

Le ultime notizie della provincia di Vicenza

Banner edizioni
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy