sabato, 26 Novembre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

Banner edizioni
HomePadovanoBassa PadovanaEste, dall’autunno il bilancio partecipato: “Mettiamo le idee al centro”

Este, dall’autunno il bilancio partecipato: “Mettiamo le idee al centro”

Banner edizioni

Al via a Este il bilancio partecipato, un progetto che partirà dall’autunno, articolato in tre fasi

Ad Este arriva il primo “bilancio partecipato”, lo strumento che mette al centro le idee dei cittadini e promuove la partecipazione attiva agli investimenti pianificati dall’amministrazione comunale. Un progetto che partirà dall’autunno, articolato in tre fasi. Il primo passo dell’amministrazione sarà quello di informare i cittadini sulle caratteristiche dello strumento e sulle modalità di svolgimento.

Nella seconda fase, i cittadini potranno presentare proposte, progetti ed idee per i loro quartieri, mentre la terza fase prevede che l’amministrazione e gli uffici di competenza valutino la fattibilità delle proposte. Da qui prenderà avvio il passaggio più importante: le idee ritenute idonee saranno votate dai cittadini che sceglieranno quella più adatta per il loro quartiere di residenza.

“Si tratta di un esempio pratico di democrazia partecipativa e diretta – spiega l’assessore al bilancio Andrea Quadarella. In questo modo è possibile costruire un rapporto diretto tra cittadini e governance locale, creando uno strumento per favorire l’apertura della macchina istituzionale alla partecipazione diretta della popolazione, in modo che il cittadino possa diventare protagonista delle scelte amministrative, in un dialogo che sia rivolto al miglioramento della città. Con le linee guida poniamo le fondamenta di un meccanismo che verrà declinato anno per anno a seconda dell’indirizzo che l’amministrazione sceglierà. Dotiamo intanto la Città di uno strumento di base ed a breve cominceremo ad incontrare il territorio per dare avvio all’iniziativa”, conclude Quadarella.

Attraverso il “bilancio partecipato” quindi i cittadini potranno vedere concretamente e direttamente realizzati i loro progetti e ciò che ritengono sia migliore per il loro contesto territoriale, in un’ottica di centralità diffusa, spezzando così il concetto di centro e periferia. “È uno strumento per promuovere con certezza, per ogni anno di mandato, interventi infrastrutturali, sportivi e socio-culturali nel territorio, tramite scelte partecipate e condivise con la cittadinanza – aggiunge la consigliera Erika Bertazzo e presidente della commissione consiliare bilancio -. Le attività che avranno luogo mediante il Bilancio Partecipato si aggiungeranno ovviamente agli ordinari interventi programmati. Manteniamo fede ad una promessa fatta alla cittadinanza in campagna elettorale: ogni quartiere e frazione avrà finalmente l’attenzione che merita”.

Giada Zandonà

Banner edizioni
Banner edizioni
Banner edizioni

Le ultime della provincia di Padova

Banner edizioni
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy