domenica, 4 Dicembre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

Banner edizioni
HomeBreaking NewsRuba tre auto, uccide un ciclista e provoca un incidente a San...

Ruba tre auto, uccide un ciclista e provoca un incidente a San Zenone degli Ezzelini: arrestato un 19enne

Banner edizioni

Giornata folle per i carabinieri del Trevigiano: l’auto dei militari finisce capovolta in un incidente per fermare un 19enne che aveva rubato tre auto e investito e ucciso un ciclista

E’ stato arrestato dai Carabinieri di Onè di Fonte il 19enne che nella giornata di oggi ha seminato il panico nei paesi tra San Vito di Altivole e Fonte, passando per San Zenone degli Ezzelini, dove ha addirittura creato un incidente con un camion, alcuni mezzi e un’auto dei carabinieri, finita capovolta sulla strada.

Il giovane era stato inseguito dai Carabinieri questa mattina, dopo aver rubato tre auto, tra Vallà di Riese Pio X e Onè di Fonte, e investito un ciclista di 67 anni a San Zenone degli Ezzelini, uccidendolo. Nel corso della fuga, il giovane avrebbe inoltre causato uno schianto con un’auto dei carabinieri, che avrebbe così interrotto la sua folle corsa.

Il giovane, di Riese Pio X, è quindi stato preso in carico dai Carabinieri e accompagnato all’ospedale di Castelfranco Veneto, per gli esami clinici del caso, dopo aver espresso alcune frasi deliranti. I carabinieri a bordo dell’auto travolta avrebbero invece riportato solo lesioni lievi.

È stato poi dimesso dall’ospedale e portato  in carcere. Ha riportato una decina di giorni di prognosi per policontusioni derivanti dai sinistri stradali provocati (in attesa di conoscere esiti esami alcol e droga).

È stato arrestato per omicidio stradale, tentato omicidio (per l’incidente provocato con i carabinieri) e rapina. Era alla guida dei veicoli privo di patente perché mai conseguita.

Zaia, “cordoglio ai familiari della vittima e vicinanza ai feriti. Ci vuole un approccio rigoroso ed esemplare perche’ fatti simili non si ripetano piu’”

“La vicenda di oggi è una vera e propria tragedia, che segna non sono la comunità di San Zenone degli Ezzellini ma tutti i veneti, perché non siamo abituati a fatti da Far West. In primo luogo, però, voglio esprimere il mio cordoglio alla famiglia del signor Piva, che ha perso la vita in circostanze atroci oltre alla vicinanza e alla solidarietà a tutti coloro che sono stati aggrediti e feriti”.

Lo dice il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, in merito agli incidenti avvenuti questa stamattina nel Trevigiano, in cui ha perso la vita anche un ciclista di Loria.

“Un plauso va all’arma dei Carabinieri e a tutte le Forze dell’Ordine che hanno condotto le indagini, collaborato in questa dinamica assurda e assistito le persone coinvolte negli incidenti – prosegue il Governatore del Veneto -. E’ tutto incomprensibile: il ragazzo era già noto per precedenti e quindi spero che nelle prossime ore venga fatta chiarezza. Non possiamo accettare fatti simili, perché siamo una comunità rispettosa delle regole e che, soprattutto, non intende omologare certe condotte che superano ogni limite. In questo caso, ci vuole un approccio rigoroso ed esemplare nei confronti di questa persona, che oggi ha strappato la vita ad un ignaro ciclista e procurato altri infortuni. Non possiamo liquidare il tutto come un semplice atto di follia, perché sarebbe ingiustificabile e riduttivo. Servono pene esemplari perché quello di oggi è un fatto incomprensibile, inammissibile e intollerabile”.

Banner edizioni
Banner edizioni
Banner edizioni

Le ultime notizie della provincia di Treviso

Banner edizioni
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy