giovedì, 9 Febbraio 2023

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

Banner edizioni
HomeTrevigianoTrevigiano, rintracciati e arrestati due soggetti con pene detentive a carico da...

Trevigiano, rintracciati e arrestati due soggetti con pene detentive a carico da espiare

Banner edizioni

I Carabinieri di Vittorio Veneto hano arrestato un uomo latitante dal 2012, quelli di Zero Branco un 35enne colpevole di reati da “codice rosso”.

I Carabinieri del Comando Provinciale di Treviso, nell’ambito di attività finalizzate alla ricerca di soggetti destinatari di provvedimenti restrittivi emessi dall’Autorità Giudiziaria, hanno rintracciato e arrestato due soggetti con pene detentive a carico da espiare.

In particolare, i militari dell’ Arma di Vittorio Veneto hanno eseguito un ordine di carcerazione nei confronti di un trentasettenne della zona per reati connessi agli stupefacenti commessi nelle province di Treviso e Padova tra il 2006 e il 2007. L’uomo era stato dichiarato latitante sin dal 2012, periodo nel quale si era reso irreperibile verosimilmente trascorrendo diverso tempo all’estero e rientrando nei mesi scorsi in Italia, riuscendo, tuttavia, sino ad oggi, ad eludere i controlli di polizia.

É stato l’acume investigativo di un Carabiniere, che peraltro si trovava nel frangente libero dal servizio, che ha consentito qualche tempo fa al militare di individuare con buona probabilità il ricercato mentre si trovava nei pressi di un ufficio postale del vittoriese. Le successive attività di riscontro hanno confermato il ritorno dell’uomo nei luoghi di origine e quindi la bontà del primo “avvistamento” dell’attento militare dell’Arma, sino a giungere al rintraccio ed all’arresto del medesimo, avvenuto nelle ore scorse. Associato, al termine delle formalità di rito, presso la casa circondariale di Treviso, l’arrestato dovrà ora espiare una pena detentiva di poco inferiore ai dodici mesi.

Il personale della Stazione Carabinieri di Zero Branco ha arrestato su un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’appello di Venezia un 35enne di origini albanesi riconosciuto colpevole, nel 2013, in questa provincia, di reati da “codice rosso”. Lo straniero dovrà espiare la pena di 6 anni di reclusione ed è stato pertanto condotto presso il carcere di Santa Bona di Treviso a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mandante.

Banner edizioni
Banner edizioni
Banner edizioni

Le più lette

Banner edizioni
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy