martedì, 31 Gennaio 2023

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

Banner edizioni
HomeVicentinoVicenzaBretella dell'Albera, Rucco: "Non costringeteci a rescindere il contratto con le ditte"

Bretella dell’Albera, Rucco: “Non costringeteci a rescindere il contratto con le ditte”

Banner edizioni

Il sindaco di Vicenza non è soddisfatto dell’incontro in prefettura: “Voglio vedere operai e ruspe all’opera”

Un’immagine del cantiere della bretella dell’Albera

Si è svolto questa mattina in Prefettura un nuovo incontro – dice una nota del municipio – tra tutte le parti sulla bretella dell’Albera. Erano presenti il prefetto Pietro Signoriello, il sindaco di Vicenza Francesco Rucco, il vicesindaco Matteo Celebron, il sindaco di Costabissara Giovanni Maria Forte e rappresentanti di Anas e del consorzio Integra che raggruppa le aziende che stanno lavorando nel cantiere. È stata ribadita la grande attenzione su questa opera la cui previsione per la conclusione è slittata dalla fine di quest’anno a giugno del prossimo.

“Anche oggi le risposte che abbiamo ricevuto non ci hanno soddisfatto in pieno – ha dichiarato il sindaco Rucco – perché non abbiamo ancora certezze sulla fine dei lavori, se non con promesse che finora sono state disattese. Anas e ministero dei Trasporti devono intervenire in maniera fattiva sulle aziende, sperando che non sia necessaria un’azione estrema come potrebbe essere la risoluzione del contratto in essere, cosa che allungherebbe ancora di più i tempi perché renderebbe necessario fare una nuova gara ed individuare un‘altra azienda. Ci auguriamo che ciò non serva e che i lavori proseguano spediti”.

“Attualmente siamo a due terzi dell’opera ed entro dicembre ci è stato annunciato che verrà realizzata una prima pavimentazione, ma senza tappetino stradale, che verrà costituito in primavera, quando le temperature saranno più miti. Vedremo se sarà un’altra promessa non mantenuta”.

Il sit in davanti alla prefettura del Comitato dell’Albera

“Terrò comunque, personalmente, un filo diretto con il ministero e con Salvini che si è detto disponibile a tenere d’occhio la situazione, di questo abbiamo già avuto riscontri concreti. Ho chiesto di vedere ruspe e operai sempre presenti sul posto com’è accaduto in altri cantieri in città, ad esempio in zona Ponte Alto con la realizzazione di due rotatorie.
Da parte sua l’Anas ha garantito di aver effettuato con regolarità, e a volte anche in anticipo, il pagamento dei Sal (stato avanzamento lavori) mentre il consorzio delle aziende ha ribadito tutte le difficoltà causate dall’aumento del prezzi. Ad oggi, però, con il Decreto Aiuti dello Stato, i costi sono stati aggiornati del 30% con un rientro garantito per le aziende, per cui non ci devono essere più scuse”.

“Saremo anche vigili – ha concluso Rucco – su tutta la parte della mitigazione dell’opera con la piantumazione degli alberi e la creazione di barriere per tutelare chi abita nelle aree interessate dal tracciato. Abbiamo invitato il ministro Matteo Salvini a fare una visita al cantiere per vedere di persona la situazione e, compatibilmente con i suoi impegni, si è reso disponibile. Ma il suo interesse per Vicenza è già stato dimostrato”.

Intanto, all’ingresso della prefettura, un gruppetto di persone del Comitato dell’Albera ha tenuto un sit in.

Banner edizioni
Banner edizioni
Banner edizioni

Le ultime notizie della provincia di Vicenza

Banner edizioni
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy