giovedì, 9 Febbraio 2023

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

Banner edizioni
HomeVenezianoChioggiaChioggia dice NO alla violenza sulle donne

Chioggia dice NO alla violenza sulle donne

Banner edizioni

Dal 20 al 30 novembre 2022 a Chioggia quattro appuntamenti per approfondire il tema della violenza sulle donne

Nel 2022, in Italia, ogni 3 giorni una donna è stata uccisa e ad oggi le vittime di femminicidio sono 125. Numeri che impongono profonde riflessioni e atti concreti come la sensibilizzazione su quella che ha assunto i contorni di una piaga sociale, oltre che di una tragedia personale.

Anche le istituzioni sono chiamate a intraprendere percorsi di informazione e formazione contro la violenza sulle donne ed è proprio in questa direzione che si è mossa l’Amministrazione comunale che ha organizzato, dal 20 al 30 novembre 2022, una serie di incontri, dibattiti, convegni, testimonianze e anche appuntamenti musicali per dire NO a tutte le forme di violenza.

Sono 4 appuntamenti dal forte impatto emotivo. Studiati per fare un percorso di informazione e formazione molto importante – ha detto Elena Zennaro, assessore alle Pari Opportunità del Comune di Chioggia – Parleremo di violenza, di diritti calpestati, di identità negata, di prevenzione, di giustizia riparativa. Lo faremo con psicologi, avvocati, artisti, politici e soprattutto con le vittime. Dall’America all’Afghanistan, con perno l’Italia. Un confronto che vuole dare conforto, sensibilizzare, migliorare concretamente una realtà sempre più preoccupante”.

Il programma

Si parte domenica 20 novembre con il concerto blues “I used to be your Sweet Mama”, primo appuntamento a Chioggia per Suoni d’Acqua, festival di musica diffuso dei territori d’acqua che per questa prima stagione autunno- inverno vede coinvolte le città di Adria, Cavarzere, Chioggia e Noale. All’Auditorium San Nicolò alle 18.00 si potranno ascoltare Alessia Obino & Band in una rilettura dei temi centrali dei repertori, interpretati dalle tre figure più rappresentative della storia blues al femminile: “Ma” Rainey, Bessie Smith e Billie Holiday. Lo spettacolo è ispirato al saggio “Blues Legacies and Black Feminism” scritto da Angela Davis, una tra le più importanti voci della cultura e militanza afroamericana. Alessia Obino è accompagnata dai musicisti Enrico Terragnoli e Daniele Santimone. Special guest: la voce narrante di Marina De Luca per raccontare come il blues nacque, si diffuse e contribuì a rendere più libere le donne.

Martedì 22 novembre alle ore 20.45, sempre all’Auditorium, il programma propone il reading organizzato dal Centro Anti Violenza (Cav) del Comune di Chioggia dl titolo “Lamoreviolento”. Dare voce proprio alle protagoniste è la via più diretta, concreta e lontana da ogni rischio di banalizzazione per affrontare un tema come quello della violenza sulle donne. Ecco perché l’appuntamento propone fatti di cronaca, testimonianze, interviste, ma anche monologhi tratti da “Ferite a morte” di Serena Dandini. C’è il dolore, quello difficile da raccontare ma protagonista vero e opprimente. Ma c’è anche la speranza che qualcosa possa essere cambiato. Adattamento e regia di Anna Tringali con Anna Tringali e Sara Favero.

Venerdì 25 novembre appuntamento all’Auditorium con la tavola rotonda organizzata dall’Assessorato alla cultura con l’Associazione Vittime riunite d’Italia dal titolo: “Donne ogni giorno: contro ogni forma di violenza”
Dalle 17.30 il programma prevede l’introduzione dei lavori da parte dell’ Avv. Elena Zennaro, Assessore alle Pari opportunità del comune di Chioggia. Partecipano all’evento Elena Donazzan, Assessore alla Pari Opportunità, formazione e lavoro della regione Veneto e l’On. Walter Rizzetto, primo firmatario del disegno di legge per l’istituzione del “Garante nazionale per la tutela delle Vittime, recentemente nominato presidente della commissione lavoro pubblico e privato della Camera dei Deputati.
Seguiranno gli interventi di:

  • Angelo Bertoglio, Presidente Associazione Vittime Riunite d’Italia;
  • Monica Dimonte, Psicologa e autrice del libro “12 ore per vivere o morire”;
  • Fabiana Danesin, avvocato penalista, vicepresidente del consiglio dell’ordine degli avvocati di Venezia;
  • James La Motta, attore e regista che porta un cortometraggio sul tema della violenza presentato al Festival del cinema di Venezia.

Su tutti, particolarmente sentiti gli interventi di Anna Capponi e Carla De Conti  che porteranno con coraggio le loro dirette esperienza di vita.

Chiude la serie di incontri il convegno in programma mercoledì 30 novembre.
Alle 10.00 presso l’Auditorium San Nicolò, l’Avv. Elena Zennaro, Assessore alle Pari opportunità del comune di Chioggia, introdurrà il tema dell’incontro: “La difesa dei diritti umani e le temporary relocations”.

La parola poi andrà a Federico Cappelletti, avvocato del foro di Venezia esperto in tutela dei diritti umani; Shafiqa Saeise, magistrato afgano oggi in Italia  temporaneamente grazie ad un accordo con il ministero degli Esteri costretta a fuggire dal suo paese a causa del suo impegno per i diritti delle donne; Isa Maggi, Coordinatrice nazionale degli Stati Generali delle donne, ci parlerà della missione Caschi Rosa (vedi link https://www.statigeneralidelledonne.com/le-donne-afgane-non-sono-sole/).

Chiuderà il lavori l’intervento di Beniamino Boscolo Capon, Presidente del Consiglio comunale.

Banner edizioni
Banner edizioni
Banner edizioni

Le ultime della provincia di Venezia

Banner edizioni
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy