sabato, 10 Dicembre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

Banner edizioni
HomeVicentinoVicenzaIl ministro Salvini indica Vicenza come esempio ai sindaci d'Italia

Il ministro Salvini indica Vicenza come esempio ai sindaci d’Italia

Banner edizioni

Il sindaco lo aveva chiamato per sciogliere il nodo della bretella dell’Albera

Un esponente del Comitato mostra in Consiglio comunale un cartello con i numeri della bretella lumaca

Il ministro Salvini indica Vicenza ai sindaci come esempio da imitare nei rapporti con enti e lo Stato. Lo ha fatto nel corso dell’assemblea annuale dei sindaci organizzata. Il ministro ha citato il caso di Vicenza (che s’è rivolta a lui per sveltire la realizzazione della bretella dell’Albera, in carico all’Anas ma che va avanti come una lumaca) nel rapporto che in futuro dovrà esserci tra gli enti partecipati dello Stato, come RFI o Anas, ed il territorio, confermando il primato della politica del territorio rispetto ai progetti in corso. Il sindaco  Rucco ha subito segnalato a Salvini, dopo la nomina, l’urgenza di discutere con RFI le scelte progettuali e assicurare il massimo contenimento del disagio.

“Ringrazio Matteo Salvini, che con l’intervento di ieri ha avuto la capacità di confortare i sindaci nel rapporto con strutture gigantesche come Rfi o Anas riaffermando l’importanza del territorio e di chi lo rappresenta – ha commentato Rucco – Mi auguro che questo messaggio arrivi a tutti, soprattutto ai cittadini che attendono preoccupati una soluzione seria del problema. Il Comune di Vicenza c’è e il ministro anche. Un primo, importante passo è stato fatto”.

Banner edizioni
Banner edizioni
Banner edizioni

Le ultime notizie della provincia di Vicenza

Banner edizioni
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy