domenica, 5 Febbraio 2023

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

Banner edizioni
HomeVicentinoVicenzaVicenza, il centrosinistra attacca la convention di Rucco: "Parla come se fosse...

Vicenza, il centrosinistra attacca la convention di Rucco: “Parla come se fosse lui l’opposizione”

Banner edizioni

Il centrosinistra: “Forse Rucco s’è dimenticato che il sindaco di Vicenza è lui”

I capigruppo di minoranza contestano il cantiere delle idee di Rucco. Sandro Pupillo (Da adesso in poi), Leonardo Nicolai (Coalizione civica), Isabella Sala (Pd), Ennio Tosetto (ViNova) e Cristiano Spiller (Per una Grande Vicenza) hanno diffuso una nota critica verso l’iniziativa Think di Rucco.

“Raramente – dicono – abbiamo visto manifestazioni surreali come Think, la kermesse organizzata in Fiera dal sindaco Rucco. Sostanzialmente il sindaco ha invitato in Fiera centinaia di persone per partecipare a un evento in cui esortava se stesso a pensare. E dobbiamo dire che, visto il modo in cui ha gestito ultimamente l’Alta Velocità, il caso Compago (Agsm – Aim), i parcheggi, fa bene a mettersi dei promemoria, sennò se li dimentica”.

“È ormai evidente a tutti che Rucco è il candidato della destra, ma che è in attesa del via libera finale dei partiti, che in questo mandato l’hanno costantemente posto sotto ricatto. L’evento di sabato sembrava organizzato da chi in questi anni è stato all’opposizione e non dalla maggioranza: ma come fa un sindaco a dire che è tempo di avere una visione per la nostra città? In questi anni ha governato senza averne una?”

“Sono migliaia i vicentini che sperano che la città possa cambiare”. E’ quello che diciamo da sempre

Alcuni esponenti delle opposizioni: Colombara, Pupillo, Sala, Tosetto, Selmo e Lolli

“Sono migliaia i vicentini che sperano che stavolta la città possa veramente cambiare; c’è un vuoto che da troppo tempo attende di essere riempito”, dice Rucco. Sottoscriviamo ogni singola parola di quello che ha detto: peccato che il sindaco sia lui. Anche se forse se ne è dimenticato. E come riempire questo vuoto? Non con incontri con una partecipazione larga, spontanea, autentica nei quartieri, ma con un evento su invito o su registrazione nella sala della Fiera. Ecco un’altra caratteristica che ha sempre contraddistinto Rucco e la sua Giunta. Chiuso dentro a palazzo Trissino, in cinque anni mai un percorso di assemblee aperte nei quartieri per discutere con i cittadini i problemi della città, mai la ricerca del confronto e del dialogo nelle frazioni e nelle periferie. Ma con l’evento di sabato s’è raggiunto il massimo: addirittura scegliere lui chi far partecipare, su invito, in modo tale da poter selezionare la platea. Che brutto segnale per un sindaco che dovrebbe essere rappresentante di tutti e non solo di una parte, persino scelta”.

“Pensa!”, si dice Rucco. E ci pensiamo anche noi, ogni giorno: pensiamo a quanto tempo si è perso con i 4 anni e mezzo di vuoto dell’amministrazione. Alle tante, troppe incompiute. Alle promesse non mantenute. Alle occasioni non sfruttate e che lasciano Vicenza più debole. Facciamo nostre le parole di Rucco: “C’è un vuoto che da troppo tempo aspetta di essere riempito; migliaia di vicentini sperano che la città possa cambiare”. Esatto. E noi lavoreremo per questo. Noi come minoranze abbiamo sempre denunciato l’immobilismo, il vuoto cosmico, la mancanza di pensiero. Oggi è il sindaco in carica che denuncia se stesso. Il proprio fallimento. A Vicenza – concludono i consiglieri di minoranza – non servono kermesse costose con le solite enunciazioni di principio: serve, più di ogni cosa, un sindaco che ogni giorno che si metta in ascolto dei cittadini e si dedichi ai loro problemi e a quelli della città”.

Banner edizioni
Banner edizioni
Banner edizioni

Le ultime notizie della provincia di Vicenza

Banner edizioni
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy