lunedì, 15 Aprile 2024
HomeVenetoAttualitàFemminicidio a San Stino di Livenza, il marito uccide la moglie a...

Femminicidio a San Stino di Livenza, il marito uccide la moglie a bottigliate

Tempo di lettura: < 1 minuti circa

Cinzia Luison è la vittima del femminicidio commesso dal marito 65enne che dopo averla uccisa ha chiamato i carabinieri

Oggi al civico 1 di Corso del Donatore a San Stino di Livezia (Venezia), Walter Pitteri, ex dipendente Actv ha ucciso la moglie Cinzia Luison colpendola con una bottiglia. Dopo aver commesso l’omicidio è stato lo stesso 65enne a contattare i carabinieri che sono intervenuti sul posto e hanno preso in custodia il responsabile e l’hanno portato alla stazione di San Stino di Livenza.

La vittima è Cinzia Luison, una 60enne parrucchiera e titolare di un salone a Blessaglia di Pramaggiore all’interno del quale proponeva dei servizi seguendo la filosofia orientale ayurvedica. Nel 2011 la donna aveva ottenuto i primo posto nella classifica italiana al Masterjam Aveda di Londra. Cinzia lascia due figlie. Le indagini sono ancora in corso per chiarire tutti i dettagli della tragedia.

Le più lette