lunedì, 26 Febbraio 2024
 
HomeSportRovigo SportFipav, Mini Christmas per i giovani del volley polesano

Fipav, Mini Christmas per i giovani del volley polesano

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Babbo Natale riporta la festa tra i campioni del futuro del volley polesano.

Millesettantotto giorni. Da tanto mancava l’evento natalizio Mini Christmas del volley S3 in provincia di Rovigo, causa lo stop per la pandemia Covid-19; ma domenica 4 dicembre, il Palazzetto dello Sport di via Bramante è tornato a vestirsi a festa, coinvolgendo oltre 200 piccoli atleti: i campioni del domani della pallavolo polesana.
Undici le società partecipanti, suddivise in squadre di vario livello, che hanno accolto con grande entusiasmo l’invito di Fipav Rovigo, costringendo di fatto, ma pur sempre in maniera lieta e con il sorriso, gli organizzatori ad una suddivisione dell’evento in due turni con la creazione di ben otto campi di gioco. In totale due ore di attività di cui circa un’ora e trenta di pallavolo pura suddivisi in differenti gironi.
Alle 15.30 convocazione per i primi sei club e alle 17.30 per gli altri cinque, con medesimo programma che prevedeva arrivo, cerimonia di apertura, inizio delle partite, chiusura con seduta in vari punti del campo e consegna dei doni. Queste le società sportive coinvolte: GSD Real Pontecchio, GS Giuseppe Avanzo ASD, GS Tor Effettofuoco, Polisportiva Città di Lendinara, Polisportiva San Bortolo, Vilcos Volley, ASAF, CRG Villadose, GS Volpe ASD, Polisportiva San Pio X, Volley Ball Polesella. “C’è molta soddisfazione per la riuscita della giornata, per la partecipazione collettiva ma anche per aver mantenuto gli stessi numeri di quanto visto pre-pandemia. Un aspetto quest’ultimo per nulla scontato dopo due anni di stop e che testimonia in primis dell’ottimo lavoro che continuano a portare avanti le società in provincia di Rovigo, che sono ripartite al meglio nel reclutamento di base – il commento di Stefania Menarello, responsabile della commissione per il settore S3 di Fipav Rovigo. Come Comitato non possiamo che essere contenti della partecipazione e della risposta da parte dei club e delle famiglie”.

 
 
 

Le più lette