giovedì, 9 Febbraio 2023

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

Banner edizioni
HomePadovanoPiovesePiove di Sacco, caro bollette: bonus riscaldamento di 250mila euro

Piove di Sacco, caro bollette: bonus riscaldamento di 250mila euro

Banner edizioni

L’assessore Ranzato di Piove di Sacco: “Con questa misura per il caro bollette, dovremmo coprire le necessità di circa 580 famiglie”

“Bonus riscaldamento” da 250mila euro per sostenerele famiglie economicamente più fragili nel fare fronte al rincaro deicosti energetici, nello specifico quelli per provvedere a riscaldarela propria abitazione. L’amministrazione del sindaco Davide Gianella si dimostra sensibile alle problematiche più contingenti della cittadinanza.

Dopo avere introdotto in questi annimisure specifiche a favore delle famiglie per alleviare spesecommerciali, per il materiale scolastico, per gli affitti e la praticasportiva, adesso arriva un aiuto concreto anche per il “caro bollette” del gas e non solo. Con un bando pubblicato in queste settimane (fine novembre), per le famiglie con un Isee fino a 20mila euro sarà possibile accedere a una graduatoria per l’assegnazione di un bonus, progressivo per fasce di reddito, che può andare dai 300 ai 450 euro.

Per gli utenti che si avvalgono del servizio di distribuzione del gas ci sono a disposizione complessivamente 200mila euro, accantonati in uno specifico fondo vincolato e normato dalla legge dal quale l’ente comunale può attingere per l’attivazione di meccanismi di tutela relativi ai costi dei consumi di gas da parte proprio delle fasce deboli di utenti. A tutto questo l’amministrazione ha poi deliberato di aggiungere altri 50 mila euro per coloro che utilizzano altre fonti energetiche per il riscaldamento della prima casa, come bomboloni ametano e gpl, pellet, legna ed energia elettrica.

Il richiedente, nella domanda da presentare agli uffici preposti, potrà scegliere una sola linea di intervento in base alla tipologia di fonte energetica utilizzata per il riscaldamento e, una volta pubblicata la graduatoriacon le istruttorie ammesse, riceverà l’accredito direttamente nel proprio conte corrente.

“Siamo i primi a considerare le diverse tipologie di riscaldamento – spiega Paola Ranzato, assessore al Sociale – senza essere legati esclusivamente agli importi delle bollette. Abbiamo calcolato che, con questa misura, dovremmo coprire le necessità di circa 580 famiglie. Per fare delle proiezioni più attendibili possibile abbiamo chiesto ai vari Caf presenti in città inumeri delle varie fasce Isee per avere un quadro preciso della situazione delle nostre famiglie”.

Alessandro Cesarato

 

Banner edizioni
Banner edizioni
Banner edizioni

Le ultime della provincia di Padova

Banner edizioni
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy