giovedì, 9 Febbraio 2023

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

Banner edizioni
HomeBreaking NewsPiove di Sacco, Lanzarin visita l'ospedale: "In arrivo 20 milioni"

Piove di Sacco, Lanzarin visita l’ospedale: “In arrivo 20 milioni”

Banner edizioni

Lanzarin all’ospedale di Piove di Sacco: “In arrivo a giorni dal Cipe 20 milioni per il primo stralcio di ristrutturazione, poi altri 21. É un ospedale di rete dove si investe”.

“Come indicano le schede regionali, l’Ospedale di Piove di Sacco fa parte a pieno titolo della Rete del Veneto e lo sarà anche in futuro. Anche qui, come in tutti gli altri ospedali veneti, la parola d’ordine è investire in strutture e tecnologie. A questo proposito oggi posso annunciare il via libera del Comitato interministeriale per la programmazione economica e lo sviluppo sostenibile (Cipe) alla prima tranche di 20 milioni per finanziare il primo stralcio del progetto di ristrutturazione complessiva del nosocomio, che sarà disponibile a giorni, e l’OK, che verrà formalizzato con successivo provvedimento, ad altri 21 milioni per il secondo stralcio, per un totale di 41 milioni di euro di lavori”.

Lo ha detto l’Assessore alla Sanità della Regione Veneto, Manuela Lanzarin, nel corso di una visita all’ospedale della Saccisica, nel corso della quale ha incontrato il Sindaco Davide Giannella, il DG dell’Ulss 6 Paolo Fortuna, medici e infermieri, e ha inaugurato la nuova farmacia ospedaliera realizzata con un investimento di 500 mila euro della Regione, che si affianca ad altre novità, come il Tavolo operatorio a colonna mobile a pavimento costato 167 mila euro. Tra il 2021 e il 2022 gli investimenti sono stati rilevanti, come gli 1,8 milioni di euro per l’edilizia e gli 1,6 milioni in apparecchi tecnologici.

“Senza investimenti continui in tecnologia – ha detto Lanzarinla sanità non progredisce, ed è per questo che, anche come Regione, continuiamo a mettere a disposizione 70 milioni l’anno con questo preciso scopo. Ma investire in tecnologie senza il capitale umano necessario – ha detto – non fornirebbe la qualità totale che ci viene universalmente riconosciuta. Per questo – ha proseguito ringraziando tutto il personale per l’abnegazione dimostrata durante la lunga pandemia del Covid – stiamo combattendo in ogni modo per fronteggiare un problema che è chiaramente nazionale, come quello della carenza di personale a tutti i livelli. Come Regioni abbiamo redatto e inviato al Governo un documento per contribuire a una soluzione che non può più aspettare, con alcuni interventi di tipo emergenziale e altri strutturali, che sono molto importanti, perché è nel tempo che ci si gioca la tenuta del sistema sanitario universale”.

Banner edizioni
Banner edizioni
Banner edizioni

Le ultime della provincia di Padova

Banner edizioni
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy