domenica, 29 Gennaio 2023

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

Banner edizioni
HomeBreaking NewsPorto Tolle, il TAR si è pronunciato: Spiaggia Barricata è demaniale

Porto Tolle, il TAR si è pronunciato: Spiaggia Barricata è demaniale

Banner edizioni

Un trionfo per il Comune di Porto Tolle. L’assessore al Turismo Crepaldi: “Una soddisfazione che arriva a fine legislatura”

Vittoria per il  Comune di Porto Tolle al TAR contro il privato che dal 2005 rivendica la proprietà di spiaggia Barricata.

L’assessore al Turismo Raffaele Crepaldi: “Oggi è un giorno importante, che sancisce la demanialità di spiaggia Barricata che il Comune di Porto Tolle ha sostenuto negli ultimi 17 anni. Si riapre così la possibilità di compiere una pianificazione urbanistica della spiaggia, e si crea un importante precedente per spiaggia Boccasette. É una soddisfazione che arriva a fine legislatura e che possiamo celebrare con gli imprenditori del settore che potranno smettere di lavorare in condizioni che possono dirsi assurde per che non conosce il territorio”.

Il Tribunale Amministrativo, dopo 15 ricorsi, si è espresso mettendo un punto ad una questione che ha visto impegnati amministrazione comunale e uffici per quasi un ventennio.

La Vicenda

Il punto di svolta del contenzioso ha coinciso con l’attribuzione da parte del TAR dell’incarico ad un verificatore (allora presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Trieste), nel 2021, che attestasse la validità di parametro morfologici e funzionali necessari alla definizione della demanialità della spiaggia. Come riportato nell’atto “Il verificatore ha accertato la natura demaniale della spiaggia di Barricata” e che “le aree hanno una destinazione attuale all’uso pubblico e sono idonee, in maniera attuale e potenziale, alle attività analoghe a quelle che possono svolgersi in mare, con particolare riferimento all’attività di balneazione e alle connesse attività ludico-ricreative: bar, ristoranti, servizi per la spiaggia”.

“Abbiamo sempre sostenuto la demanialità di Barricata, in deroga al Paino d’area e a quello regolatore, attraverso atti di giunta e consiglio comunale, – spiega l’Assessore Crepaldi – autorizzando ogni anno agli operatori l’installazione delle strutture per svolgere la loro attività. La sentenza del TAR è tanto chiara se sembrare banale a chi non conosca l’annosa questione e che giustifica la correttezza degli investimenti che l’amministrazione ha fatto e potrà fare sull’area. Innanzitutto sarà possibile effettuare il Piano dell’Arenile, cui seguirà la predisposizione di un bando per la concessione al suo utilizzo. Per il 2023 la procedura sarà la stessa degli anni scorsi, infatti, come tutti i comuni del litorale italiano, dovremo attendere la definizione della normativa europea in tema di demanialità, che è andata in proroga al 31 dicembre 2023. Ringrazio l’Avvocato Luigi Migliorini, l’Ingegnere Vincenzo Bixio, la dott.ssa Marzia Marangon dell’Ufficio Turismo, l’Ufficio Tecnico, la Capitaneria di Porto, la Polizia Locale, tutti coloro che si sono resi parte attiva per il raggiungimento di questo traguardo”.

I commenti

La dottoressa Marzia Marangon, responsabile dell’Ufficio Turismo: “L’articolo 822 del Codice Civile cita Appartengono allo Stato e fanno parte del demanio pubblico il lido del mare, la spiaggia, le rade e i porti; i fiumi, i torrenti, i laghi e le altre acque definite pubbliche dalle leggi in materia. Ebbene, pare incredibile che ci sia voluto il lavoro di tutti questi anni per ottenere una risposta giuridica che lo confermasse. Dal punto di vista professionale è interessante vedere che quando c’è un gruppo di lavoro che crede in una causa, che approfondisce, studia e si relaziona con gli amministratori e le parti coinvolte, si raggiungono risultati importanti come questo”.

Il Consigliere Silvia Siviero, in rappresentanza dell’opposizione: “Il risultato ottenuto dimostra che è stato fatto un buon lavoro, speriamo di aver vinto la guerra e non solo una battaglia”.

Il Presidente della Consulta del Turismo Sebastiano Boscolo: “La sentenza ci permette di allenarci allo standard regionale nonostante la peculiarità del nostro territorio”.

Alice Saggia, gestore del Bagno Olimpo di Spiaggia Barricata e presidente del Consorzio Giovani Spiagge: “In questi anni abbiamo sempre lavorato in questa condizione di anomalia, alla quale ci eravamo abituati. Ora attendiamo gli sviluppi, per delineare la strada da percorrere in termini di progettualità imprenditoriale”.

Il sindaco di Porto Tolle: “Da inizio mandato abbiamo potuto vedere realizzarsi l’inizio di un percorso di crescita in ambito turistico”

Il Sindaco Roberto Pizzoli: “Io e l’Assessore Crepaldi abbiamo sempre avuto l’obiettivo di consolidare la vocazione turistica del nostro territorio. In questi anni la programmazione è spesso stata scalzata dall’affanno di far fronte alle emergenze che abbiamo vissuto, ma possiamo dire di aver raggiunto traguardi importanti, chiudendo da vincitori questioni come quelle legate agli allevamenti intesivi, a Enel, ai diritti esclusivi di pesca ed ora per spiaggia Barricata. Da inizio mandato abbiamo potuto vedere realizzarsi l’inizio di un percorso di crescita in ambito turistico, anche grazie all’evoluzione del tessuto imprenditoriale locale che ringrazio”.

 

Banner edizioni
Banner edizioni
Banner edizioni

Le ultime della provincia di Rovigo

Banner edizioni
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy