domenica, 29 Gennaio 2023

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

Banner edizioni
HomePadovanoPadova NordVigodarzere, prosegue "Che spettacolo! Il Veneto in scena tra arte, storia e...

Vigodarzere, prosegue “Che spettacolo! Il Veneto in scena tra arte, storia e parole”

Banner edizioni

Il filo conduttore sarà il teatro a cui si aggiungeranno le visite guidate ad alcune mostre e bellezze storiche e architettoniche venete.

Vigodarzere

L’’amministrazione comunale di Vigodarzere ripropone anche quest’anno la rassegna culturale “Che spettacolo! Il Veneto in scena tra arte, storia e parole”, arricchita di nuovi e interessanti contenuti. Il filo conduttore sarà il teatro, nelle sue molteplici sfaccettature, cui si aggiungeranno le visite guidate ad alcune mostre e bellezze storiche e architettoniche venete.

“Il contenitore culturale sarà dedicato alla promozione di una diversa cultura di genere – precisano il sindaco Adolfo Zordan e l’assessore alla Cultura Katia Bano – iniziando fin dagli adolescenti a insegnare il rispetto verso le donne; ma anche alla scoperta di eccellenze artistiche e storiche venete, molto vicine a noi ma spesso poco conosciute”.

Prossimi appuntamenti

Visite guidate: 10 dicembre Cappella degli Scrovegni e palazzo della Ragione a Padova;17 dicembre Tessitura Luigi Bevilacqua e Casa-museo Mariano Fortuny a Venezia.

Teatro (al piano nobile di Villa Zusto): 15 dicembre alle 20.30 “La cella di seta. Io e Marco Polo” con Francesco Gerardi e Giorgio Gobbo (Ippogrifo produzioni e Teatro Boxer).(e.r.)

Banner edizioni
Banner edizioni
Banner edizioni

Le ultime notizie della provincia di Padova

Banner edizioni
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy