lunedì, 15 Aprile 2024
HomeSportVolley, prima sconfitta per l’Imoco Conegliano

Volley, prima sconfitta per l’Imoco Conegliano

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Al Palaverde passa, 3-0, Scandicci. Le pantere cadono dopo undici vittorie consecutive.

Prima sconfitta stagionale per la Prosecco DOC Imoco Volley che arriva decimata al Palaverde con assenze importanti che, unite alla stanchezza fisica e mentale per un tour de force infinito, permettono alla Savino del Bene Scandicci di vincere un incontro condotto con autorità grazie alle ottime prestazioni della coppia Ting-Antropova. Un dispiacere per i 4000 del Palaverde alla 300° partita della storia in Serie A delle Pantere, che comunque restano saldamente in testa alla classifica con la prima sconfitta dopo 11 vittorie in A1.
Formazione ampiamente rimaneggiata per le Pantere, coach Santarelli deve fare i conti con un’infermeria affollata perchè all’ultima ora oltre alle note assenze delle centrali azzurre Fahr e Lubian, c’è il problema influenzale che ha colpito  di rientro dall’ infrasettimanale a Macerata Haak e Plummer, che si accomodano in panchina. Squadra in piena emergenza quindi e staff tecnico che deve fare le acrobazie (fuori entrambi gli opposti e due centrali italiane) per il sestetto di partenza che vede Alexa Gray schierata da opposta con Wolosz in regia, schiacciatrici Robinson e Gennari, centrali De Kruijf e Squarcini, libero De Gennaro. Coach Barbolini invece getta nella mischia dall’inizio Di Iulio-Mingardi, Ting-Sorokaite, Washington-Belien, libero Castillo. Prima della gara Isabelle Haak è stata premiata dalla Lega Volley Femminile quale MVP del mese di novembre e le squadre hanno partecipato all’iniziativa di LVF  a sostegno di tutte le donne vittime del regime oppressivo iraniano e in particolare di Fahimeh Karimi, l’insegnante di pallavolo condannata a morte per aver preso parte alle proteste. Cuoredarena invece ha presentato con le Pantere “madrine” la giornata dedicata a LILT – Giocare in Corsia, con la vendita benefica dei peluches come da tradizione.

Le più lette