martedì, 31 Gennaio 2023

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

Banner edizioni
HomeBreaking NewsCapodanno, quattro idee per un'escursione fuori porta in Veneto

Capodanno, quattro idee per un’escursione fuori porta in Veneto

Banner edizioni

Anche in inverno le nostre colline e montagne offrono moltissimi itinerari, per chi desidera fare meravigliosi trekking sulla neve o scoprire i colli in inverno

Le vacanza di Natale sono il periodo dell’anno in cui ci si abbandona ai peccati di gola. Impossibile resistere alle tentazioni: tra pranzi sfarzosi e cene gourmet a farne le spese spesso è la nostra forma fisica. Abbiamo scelto alcuni itinerari in Veneto da fare in giornata per scoprire il nostro territorio, ammirare paesaggi invernali innevati e fare attività fisica fuori porta.

Ma prima di partire e affrontare qualsiasi escursione in montagna o in collina è sempre importante informarsi sulle condizioni meteo, avere un’adeguata preparazione e l’attrezzatura necessaria per poter praticare queste attività in tutta sicurezza.

Altopiano di Asiago – Monte Longara

Neve permettendo l’Altopiano di Asiago è il luogo adatto dove poter percorrere diversi sentieri dalle pendenze sempre contenute in totale sicurezza e godendo panorami strepitosi. Ecco una splendida escursione con le ciaspole da Gallio fino alle malghe più alte dell’altopiano. Ci troviamo sopra la conca centrale di Asiago, tra la zona centrale dell’altopiano e le montagna più a nord. Sull’altopiano dei Sette Comuni ecco un’escursione sul Monte Longara e Malga Fiara nei pressi di Gallio. Si parte dal parcheggio Le Melette, si raggiunge Malga Longara Davanti e si continua fino alla cima del monte Longara. Da qui sempre dritto e si scende poi nel bosco fino al rifugio Campomulo. Il panorama dalla cima è fantastico. Con una giornata favorevole è possibile vedere tutta la catena che dal Portule arriva fino a Cima della Caldiera e pure il massiccio del Lagorai.

Monte Grappa –  Bosco degli Eroi

Percorso con le ciaspole sul monte Grappa a carattere storico-naturalistico. Punto di partenza è il Forcelletto (1395 m.) e indossati scarponi (e ciaspole) in leggera discesa si raggiunge il rifugio Bocchette ed il successivo Bosco degli Eroi, un percorso attrezzato con postazioni di arte, cultura poesia, sculture. Si prosegue su facile percorso fino al Cason dei Lebi da dove si raggiungere Cima Grappa ( 1775). Da qui si scende oltre l’ossario in direzione del monte Pertica (1549 m.), splendido punto panoramico. In breve un sentiero riporta al Forcelletto per concludere l’escursione ad anello escursionistico attorno cima Grappa.

Colli Euganei  – Sentiero degli Alpini

Il sentiero degli Alpini, a Rovolon, inizia dal Piazzale degli Alpini, per salire sull’altopiano di San Pietro, fino nel bosco del Monte della Madonna. Dal Piazzale si imboccate la via che costeggia la chiesa di San Giorgio verso Bastia. Dopo un centinaio di metri si prende la salita a sinistra verso via San Pietro. Da qui si rimane in quota tenendo la destra e fino a raggiungere la chiesetta di Sant’Antonio Abate. Un punto panoramico ripagherà tutta la  fatica. Da qui si continua per un tratto pianeggiante sino al Passo delle Fiorine e poi ancora, tenendo la Baita a destra, verso il Monte della Madonna, per il sentiero immerso nel bosco. Al  bivio tenere la sinistra fino a raggiungere un altro punto panoramico. SI raggiungere poi un incrocio dove svoltando a destra si raggiunge Rovolon per l’antica strada “del cantiere”.

Colli Berici – Monte delle Rose

Il punto di riferimento per la partenza è il parcheggio sotto la chiesa di Castegnero. Da qui si seguono le vie che salgono il fianco orientale del Monte delle Rose, fino a superare la fine del paese. Dopo un breve tratto sulla destra si prende la Variante del Sentiero 1 e filari di ulivi conducono sopra una lunga scogliera dove poter visitare il suggestivo Covolo Murato per poi proseguire fino a ricongiungersi con il vero Sentiero 1 all’altezza di una crocevia. Il cammino prosegue snodandosi sul piacevole falsopiano del sentiero della Salute fino a raggiungere il sentiero di “Ca Gasperi”. Attraversata la strada asfaltata del Castellaro, si prosegue su sentiero sotto la scogliera di Lumignano fino a raggiungere il paese.  Superato il cimitero, sulla sinistra un sentiero pianeggiante immerso tra filari di ulivi porta al punto di partenza.

Banner edizioni
Banner edizioni
Banner edizioni

Le più lette

Banner edizioni
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy