lunedì, 26 Febbraio 2024
 
HomePadovanoCamposampierese EstMassanzago: intervento da 933mila euro per ampliare la rete fognaria

Massanzago: intervento da 933mila euro per ampliare la rete fognaria

Tempo di lettura: 3 minuti circa

Etra: interventi nelle vie Ca’ Zorzi e Bigolo a Massanzago, incaricata la ditta che si occuperà di ampliare la rete fognaria

Era stato consegnato ancora lo scorso 17 ottobre il cantiere per i lavori di estensione della rete fognaria nelle vie Ca’ Zorzi e Bigolo del Comune di Massanzago alla ditta incaricata a seguito di gara d’appalto e i lavori sono al via.

Si tratta di un intervento che permetterà non solo di allacciare alla rete fognaria pubblica utenze che non erano servite, ma anche di predisporre quanto necessario per realizzare il sistema di illuminazione pubblica, opera che sarà a carico del Comune. L’investimento complessivo è di 933mila euro, finanziati per 880 mila euro con i fondi di Etra previsti nel Piano d’Ambito del Bacino Brenta, e 53 mila euro dal Comune di Massanzago.

“Attorno al milione di euro l’importo complessivo degli interventi in via Ca’ Zorzi e Bigolo in Massanzago, per la realizzazione di due tratti di condotta fognaria con 2 impianti di sollevamento e, in collaborazione con il Comune, della predisposizione di nuova illuminazione con posa cavidotti, plinti e pozzetti – puntualizza il Sindaco di Massanzago, Stefano Scattolin –. Nella stessa tratta si era già provveduto alla sostituzione della condotta dell’acquedotto. Interventi che vanno a migliorare servizi ai residenti portando benefici non indifferenti all’ambiente, eliminando scarichi vetusti e raccogliendo acque di scarico che verranno portate alla depurazione. Si interverrà successivamente con la riasfaltatura completa della viabilità interessata dai lavori. Si interviene, dunque, nel quadrante nord ovest del territorio comunale con un’opera organica”.

Il progetto, grazie alla posa di 1440 metri di condotte, prevede la fornitura del servizio di fognatura nera alle utenze situate lungo le vie Cà Zorzi e Bigolo e, quindi, di convogliare i reflui alla rete fognaria esistente di via Roma e di via Marconi per proseguire fino al depuratore di intercomunale di Vigonza.

Si prevede, inoltre, la possibilità di posare ulteriori tratti di rete fognaria per circa 310 metri nelle medesime vie nell’ambito dello stesso appalto, ma solo qualora si generassero delle economie. Nel contesto delle opere verrà predisposto quanto necessario per allestire l’illuminazione pubblica nelle due vie, con nove punti luce.

“I lavori permetteranno di evitare che le utenze non allacciate al servizio pubblico di fognatura sversino i loro reflui nella rete idraulica scolante, migliorando la sostenibilità ambientale – spiega il Presidente di Etra, Flavio Frasson –. Permettere a tutti i cittadini di accedere al servizio pubblico di smaltimento dei reflui e aumentare la sostenibilità ambientale è proprio uno degli obiettivi principali di Etra, che, di concerto con i Sindaci e l’Autorità di Bacino ATO Brenta al bacino Brenta, sta lavorando per l’estensione delle reti e di ammodernamento delle tubazioni esistenti. Gli uffici di Etra stanno lavorando per la progettazione, la gestione e l’apertura di moltissimi cantieri. Sono oltre 50 le opere in corso o in avvio, i cantieri da consegnare e quelli conclusi tra ottobre 2021 e ottobre 2022. Con investimenti in crescita per il servizio idrico integrato per l’ampliamento e manutenzione delle reti, interventi sui depuratori, ricerca delle perdite e dismissione delle vasche Imhoff”.

La chiusura del cantiere è prevista per la fine del 2023. I lavori saranno effettuati in modo da limitare, per quanto possibile, disturbo alla viabilità e si provvederà al ripristino dell’intera sede stradale nel tratto interessato.

Al termine delle opere, gli utenti dovranno provvedere ad effettuare gli allacciamenti e si provvederà al rifacimento completo del manto stradale, per tutta la larghezza e lungo il tratto interessato dai cantieri.

 
 
 

Le più lette