venerdì, 1 Marzo 2024
 
HomePadovanoPadova NordPolizia locale, accordo per il servizio antispaccio Vigodarzere-Padova

Polizia locale, accordo per il servizio antispaccio Vigodarzere-Padova

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Grazie a questo accordo si “azzerano” i confini territoriali e i controlli possono proseguire

Servizio antispaccio congiunto tra Polizia locale di Vigodarzere e di Padova. Primo intervento dopo la firma dell’accordo per servizi ai confini dei due territori.

Il primo servizio antispaccio congiunto ha visto al lavoro gli agenti della Polizia locale di Vigodarzere e i colleghi del Comune di Padova con l’ausilio della loro unità cinofila. «Lo scorso febbraio abbiamo siglato un accordo tra i due Comuni – illustra il sindaco di Vigodarzere, Adolfo Zordan con l’intento di controllare in maniera congiunta le aree ai confini tra i nostri due territori, specialmente lungo i corsi d’acqua, superando così le barriere sia geografiche che burocratiche. Questo per dare possibilità agli agenti di entrambi i Comuni di “sconfinare” e poter continuare senza interruzione eventuali inseguimenti e indagini». Spesso si era notato che, se gli agenti di Vigodarzere intercettavano dei criminali lungo gli argini, questi ultimi si spostavano rapidamente in territorio padovano e viceversa, consapevoli che gli agenti non avevano competenza nel Comune vicino. Grazie a questo accordo, invece, si “azzerano” i confini territoriali e i controlli possono proseguire.

Al primo intervento congiunto hanno partecipato tre agenti di Vigodarzere e dieci agenti di Padova accompagnati da un cane dell’unità cinofila.

Sono stati svolti dei controlli a Padova nel quartiere di Villa Laura e in via Pontevigodarzere, mentre a Vigodarzere sono state controllate via Lungargine Muson e via Lungargine Brenta, via Carducci e la stazione ferroviaria.

Sono state controllate diverse persone ed è stato possibile individuare un cliente, che è stato quindi segnalato alla Prefettura di Padova quale assuntore di sostanze stupefacenti. 

«Ringrazio i due corpi di Polizia locale – aggiunge l’assessore alla Sicurezza Moreno Boschelloper l’impegno e la volontà di collaborazione e l’assessore Diego Bonavina del Comune di Padova, con il quale ho proficuamente dialogato nel corso degli ultimi mesi, fino ad arrivare alla firma dell’accordo. I nostri territori hanno problemi simili lungo le aree limitrofe, che fino ad ora era difficile controllare per i limiti imposti dai confini comunali. Questa collaborazione, che spero proseguirà nel tempo, rappresenta un’azione forte contro lo spaccio di droga».  (g.b.)

 
 
 

Le più lette