giovedì, 23 Maggio 2024
HomeSportPadova SportAtletica, al Meeting Città di Padova del 3 settembre, lo spettacolo è...

Atletica, al Meeting Città di Padova del 3 settembre, lo spettacolo è garantito

Tempo di lettura: 3 minuti circa

Allo Stadio Colbachini tanti big e medagliati ai recenti mondiali di Budapest.L’evento sarà ripreso in diretta da Rai Sport

Nelle foto (di Luigi Scatamburlo) Tecuceanu, il presidente Gasparetto e Fabbri

Aria iridata. È quella che si respirerà allo Stadio Colbachini, lì dove le stelle della regina degli sport torneranno a brillare subito dopo aver esaltato gli appassionati di atletica ai Mondiali di Budapest. Tutto è pronto per il Meeting internazionale “Città di Padova”, la cui XXXVI edizione è in cartellone domenica 3 settembre (con le 14 gare dei big dalle ore 18.30 e l’antipasto dedicato a prove giovanili, master e paralimpiche dalle 16). E “internazionale”, perché in tutto saranno 30 i Paesi rappresentati in gara con almeno un atleta. Nutrita anche la pattuglia azzurra che, nel programma principale, conta una sessantina di elementi. E se il nome da copertina è indubbiamente quello dell’americana Sha’Carri Richardson, medaglia d’oro nei 100 e nella 4×100 e bronzo nei 200 nella rassegna iridata da poco conclusa in Ungheria, è doveroso citare subito almeno gli atleti andati a medaglia in terra magiara e pronti a incantare il pubblico padovano. È il caso della statunitense Twanisha Terry, che ha diviso con lei il gradino più alto del podio con la 4×100 e che ora è pronta a sfidarla, in un 100 femminile in cui non è da meno Briana Williams, oro con la 4×100 giamaicana a Tokyo. Del primatista nazionale giamaicano Tajay Gayle, col suo 8.69 nella top ten dei più forti lunghisti della storia, campione iridato a Doha e medaglia di bronzo ai Mondiali di Budapest. Dell’azzurro Leonardo Fabbri, argento ai Mondiali e pronto a dar vita una sfida stellare nel getto del peso col compagno di nazionale Zane Weir, campione europeo indoor 2023, e con l’americano Joe Kovacs, bronzo a Budapest dopo essere stato due volte oro mondiale. Ma sul podio magiaro sono salite anche le staffettiste Alexis Holmes e Tereza Petržilková, di scena nel giro di pista. 17, in tutto, i finalisti agli ultimi Mondiali pronti a esibirsi di fronte al pubblico del Colbachini, 7 i medagliati iridati.

GASPARETTO: «UN FORTE RICHIAMO PER I GIOVANI»

«L’impegno è quello di rendere domenica 3 settembre una giornata da ricordare, per tutti. Giovani e meno giovani potranno gareggiare nello stesso evento assieme ai campioni, in quello che sarà un autentico pomeriggio di festa, senza contare la vetrina a disposizione del mondo paralimpico. Le stelle della grande atletica internazionale si esibiranno al Colbachini, facendo rivivere “dal vivo” le emozioni regalate dai Giochi Olimpici di Tokyo e dai Mondiali di Budapest», ha spiegato il presidente di Assindustria Sport Roberto Gasparetto, affiancato in conferenza stampa nella Sala Bresciani Alvarez di Palazzo Moroni dall’Assessore allo sport del Comune di Padova Diego Bonavina, dal Vicepresidente vicario della Provincia di Padova Vincenzo Gottardo, dal Presidente del Coni Veneto Dino Ponchio, dal Vice Presidente vicario Fidal Sergio Baldo, dal Presidente del Comitato Veneto Fidal Francesco Uguagliati, dal Direttore finanziario di Alì S.p.A. Marco Canella, dal direttore tecnico di Assindustria Sport Ruggero Pertile e da Suor Albina Zandonà, direttrice Cucine Economiche Popolari di Padova, charity partner dell’evento. «In questo senso il Meeting è sia un grande spettacolo, apprezzabile a tutte le età, sia una sorta di volano, che interpreta un’esigenza del movimento sportivo regionale. Negli ultimi anni, infatti, è cresciuta costantemente la richiesta di tesseramento da parte dei ragazzi, spinti anche dallo spirito di emulazione dei grandi campioni dell’atletica azzurra e mondiale. Sono giovani che vedono dal vivo le stelle di questo sport bellissimo e che, animati da un positivo desiderio di mettersi a propria volta in gioco, iniziano a frequentare gli impianti del territorioi».

I BIGLIETTI

I cancelli apriranno al pubblico dalle ore 15.30. A tutti basterà presentarsi domenica 3 settembre agli ingressi dello Stadio Colbachini con la stampa del biglietto acquistato attraverso TicketOne, direttamente dal rinnovato sito www.meetingcittadipadova.it, o con la versione digitale su smartphone, per assistere a uno spettacolo memorabile. Sarà però possibile acquistare i biglietti rimasti anche ai botteghini dello Stadio Colbachini, aperti dalle ore 14. Ricordiamo inoltre che, per l’occasione, è stata realizzata una t-shirt celebrativa ufficiale dell’evento, acquistabile al campo.

IN TIVÙ

L’evento sarà trasmesso in diretta da Rai Sport in diretta integrale dalle 18.30: ai microfoni Franco Bragagna, affiancato per l’occasione dalla primatista italiana della velocità Manuela Levorato. A seguire, sarà disponibile integralmente on demand anche su Atletica.tv, col commento di Cesare Rizzi.

LA CERIMONIA D’APERTURA

Ad aprire ufficialmente la XXXVI edizione del Meeting sarà invece l’esibizione del soprano Stefania Miotto: in tutto lo Stadio Colbachini risuonerà l’Inno di Mameli. Antipasto spettacolare a precedere le gare l’esibizione delle atlete della Ginnastica Ritmica Padova, in una coreografia che con attrezzi che parte dai colori della società (bianco, rosso e nero) e che le vedrà poi sfilare con il Tricolore e infine passare idealmente il “testimone” ai prossimi Giochi Olimpici di Parigi.

IL CHARITY PARTNER

Domenica 3 settembre sarà presente allo Stadio Colbachini con un suo gazebo anche la Fondazione Nervo Pasini – che gestisce le Cucine Economiche Popolari di Padova – per una raccolta fondi e per la divulgazione di informazioni sulla meritoria attività svolta: dal 1882 le Cucine Economiche Popolari si prendono cure delle persone che ne hanno bisogno attraverso pasti, prestazioni sanitarie docce e cambi vestiari.

Le più lette