sabato, 18 Maggio 2024
HomeSportCalcio C Vicenza roboante con la Giana Erminio. La soddisfazione di mister...

Calcio C Vicenza roboante con la Giana Erminio. La soddisfazione di mister Diana

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Prima trasferta, prima vittoria e 5 reti siglate (a 1)

Partita  chiusa dopo i primi 45’ con i gol al 4′ di Fausto Rossi con una conclusione al volo, al 12′ raddoppio di Ronaldo che salta il portiere in uscita con una finta, al 32′ rete di Ferrari su cross di Costa. Nel secondo tempo goal di Della Morte al 70′ e di Pellegrini al 90’+4′, su un rigore da lui conquistato. “Dobbiamo ancora crescere molto di condizione, su determinati giocatori, specialmente quelli più fisici, Golemic, Ferrari, Rossi di minutaggio, Ronaldo, De Col. Io credo che quando cresceranno faremo ancora meglio, però la vittoria secondo me è meritata, ben fatta, con lo spirito giusto. Da qui bisogna andare avanti e incomincio ad intravedere quello che voglio vedere io: una squadra concentrata, forte, decisa, con l’avversario che deve metterci il massimo per attaccarci e il massimo per difenderci. Difficile dire cosa migliorare su un 5-1, ma sicuramente bisogna cercare di concedere meno, di crescere di condizione, perché nel secondo tempo abbiamo fatto fatica. Io lo noto dai colpi di testa, faccio fatica a prendere i colpi di testa difensivi, vuol dire che stava scendendo un po’ la forza ma quello è un falso problema perché si può solamente crescere. Crescerà anche il livello degli avversari sicuro.” Arrabbiato sul gol subito? “Assolutamente sì, si sono arrabbiati anche loro perché una squadra che si è messa in testa quello che vogliamo fare noi, non deve avere cali di concentrazione. Poi li vediamo anche in serie A ma la mia richiesta è altissima, sotto questo punto di vista è molto molto alta, non ascolto niente e nessuno, la mia squadra deve andare avanti per la sua strada senza avere condizionamenti esterni o altro. Andare lì e vedere la nostra tifoseria a fine partita che canta, ti fa venire l’emozione, sono ricordi che ho ancora impressi io, sono ritornato un po’ a qualche mese fa. Prendere gli applausi è bello, vedere una curva che canta è bello, quindi anche se per pochi secondi bisogna prenderli perché è tutta energia che noi immagazziniamo e ci fa sicuramente bene. Non sempre solo i fischi fanno bene, anche ogni tanto gli apprezzamenti”.