mercoledì, 29 Novembre 2023
 
HomeBreaking NewsChioggia: “Manutenzioni e interventi continui alla base della sicurezza dei ponti e...

Chioggia: “Manutenzioni e interventi continui alla base della sicurezza dei ponti e dei cavalcavia”

Tempo di lettura: 2 minuti circa

La Città metropolitana approva il progetto definitivo per risanamento e consolidamento del ponte sullo scolo Brentone Vecchio sulla Sp 04 “Gorzone” a Chioggia

E’ stato approvato dalla Città Metropolitana di Venezia il progetto definitivo ed esecutivo che prevede il risanamento conservativo e il consolidamento del ponte sullo scolo Brentone Vecchio che insiste sulla Strada Provinciale 04 “Gorzone” nel Comune di Chioggia. L’intervento prevede un investimento di 210mila euro e rientra nel piano degli interventi funzionali alla messa in sicurezza dei manufatti posizionati lungo le strade di competenza della Città metropolitana. L’apertura dei cantieri è prevista entro la fine del 2023.

“Il territorio metropolitano ha bisogno di manutenzioni e interventi continui e la sicurezza dei ponti e dei cavalcavia che insistono sulle strade provinciali è una priorità a cui non possiamo rinunciare come Città metropolitana – spiega il sindaco Luigi Brugnaro – L’impegno dei nostri dirigenti e dei nostri tecnici nel verificare ogni singola situazione è sempre massimo ma è fondamentale spesso anche la collaborazione con i sindaci e i comuni che segnalano problemi e criticità. Ascoltare il territorio rende il lavoro di tutti più facile e interventi come quello sul ponte che insiste sul Gorzone diventano fondamentali per chi vive e lavora in quell’area attraversata dalla Strada provinciale”.

Il ponte sullo scolo Brentone Vecchio è un manufatto in calcestruzzo armato costituito da tre travi principali in cemento armato, due traversi in corrispondenza degli appoggi sulle spalle e un traverso in mezzeria. La campata è semplicemente appoggiata sulle spalle; la struttura risulta pertanto isostatica.

L’intervento progettato riguarderà principalmente la sostituzione dell’impalcato con travi precompresse e sbalzi su predalles tralicciate. Quindi si procederà all’inserimento di solette di transizione tra le spalle e i rilevati di accesso e ancora all’allargamento della carreggiata da 7.0m a 8.0m. Prevista, poi, l’installazione di barriere guard rail a norma.

Completerà l’intervento il riprofilamento delle rive attorno alle spalle con infissione di pali in legno accostati a protezione dei pali di fondazione esposti e il risanamento di tutte le superfici di calcestruzzo esposte che presentano talora importanti distacchi del copriferro con esposizione delle armature.

 
 
 

Le più lette