giovedì, 23 Maggio 2024
HomeCronacaLettera aperta di Mario Conte agli studenti, alle famiglie, agli insegnanti e...

Lettera aperta di Mario Conte agli studenti, alle famiglie, agli insegnanti e al personale scolastico

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Riceviamo e pubblichiamo la lettera del sindaco di Treviso Mario Conte agli studenti, alle famiglie, agli insegnanti e al personale scolastico

“Carissimi,
si riparte! Domani la scuola tornerà a diventare parte della quotidianità. Per molti sarà una prima volta, per altri il proseguimento di un percorso. Voglio considerare questo nuovo inizio come una grande opportunità ed è proprio da questo concetto che desidero partire per condividere con voi una breve riflessione.

Fra i banchi di scuola si impara a vivere la comunità. E non solo: in aula si conosce
l’importanza dell’approfondimento, la scoperta di nuove passioni e delle proprie aspirazioni.
Questi devono essere quei valori che ci fanno vivere con entusiasmo quella che non è mera
routine bensì un’occasione per costruire, giorno dopo giorno, il nostro presente e il nostro futuro.

È a scuola, infatti, che comprendiamo l’importanza dei rapporti umani, del rispetto, della collaborazione e dell’amicizia. È a scuola che formiamo la nostra coscienza, che diventiamo cittadini attivi. Un luogo così importante per la nostra vita deve essere accessibile e funzionale. In questo senso l’Amministrazione comunale vuole continuare ad essere vicina a studenti e famiglie: a partire dal 2018 sono stati effettuati più di 30 interventi di edilizia scolastica per un investimento totale di più di 20 milioni di euro.

In un momento storico complicato per i bilanci degli Enti locali, provati da emergenze economiche e sociali, si è voluto garantire a chi quotidianamente frequenta gli istituti scolastici un presidio sicuro dove spazi e servizi sono veramente a misura di tutti.

In particolare, i lavori hanno riguardato l’efficientamento energetico, la manutenzione
straordinaria di infissi e serramenti, la prevenzione incendi, l’adeguamento sismico ai più recenti standard, la razionalizzazione degli spazi e l’ampliamento delle sedi. Mi scuso se i cantieri, anche in passato, possono aver provocato qualche disagio.

È stato fatto il possibile per limitare al minimo ogni impatto per fare sì che gli interventi
procedessero in pieno equilibrio con le esigenze didattiche. L’impegno continuerà sempre: la scuola e gli ambienti a cui i genitori affidano i propri figli vengono prima di tutto.

Permettetemi di dedicare un pensiero e un ringraziamento agli insegnanti. Il ruolo
dell’educatore è fondamentale, un riferimento per i ragazzi che nei professori riconoscono una guida e un esempio. Così come ritengo fondamentale rinnovare il mio “grazie” al personale scolastico che contribuisce a rendere ogni singolo plesso un luogo pulito e accogliente.
La scuola è una seconda casa: per chi studia, per chi insegna, per chi cresce, per chi lavora.
Auguro a tutti voi un buon inizio di anno scolastico, con l’auspicio che possiate vivere
questo ritorno con serenità ed entusiasmo”.

Il sindaco
Mario Conte

Le più lette