sabato, 25 Maggio 2024
HomeBreaking NewsNuovi cantieri aperti nella città di Dolo

Nuovi cantieri aperti nella città di Dolo

Tempo di lettura: 1 minuti circa

Si apre in questi giorni la ‘stagione dei cantieri’ a Dolo. Il sindaco Gianlugi Naletto:”Una città che si rigenera, per affacciarsi finalmente con sicurezza sul futuro”.

Nelle prossime settimane cominceranno, in città, i lavori per la ristrutturazione e la realizzazione di molte opere pubbliche, finanziate in buona parte grazie al Pnrr (circa il sessanta per cento) ma anche con risorse comunali.

L’amministrazione ha programmato, da qui al prossimo biennio, una catena di interventi su servizi, scuole, piste ciclopedonali, spazii dedicati alla cultura, allo sport, alla fruizione pubblica.

(Continua dopo la gallery…)

“Una città che si rigenera, per affacciarsi finalmente con sicurezza sul futuro”, sottolinea il sindaco Gianlugi Naletto.

Da oggi lavori in corso nella zona di Dolo est: due squadre della divisione fognature e riparazioni di Veritas sono all’opera in via Solidarietà, per spostarsi poi lungo via Concordia e via Piave.

Oltre 100mila euro di investimento per il rifacimento della rete fognaria, vetusta.  Sono 120 i metri di condotta interessati e il risultato delle attività in corso sarà l’azzeramento dei costanti intasamenti che da anni registrano i residenti sopportano.

Rifatte le condutture e gli allacciamenti con le abitazioni, saranno naturalmente rifatte tutte le asfaltature.

Se via Solidarietà sarà sistemata entro la prima decade di ottobre, per completare l’intervento complessivo saranno indispensabili alcuni mesi.

‘E’ decollato il piano straordinario per l’ammodernamento dell’impianto fognario del paese’, spiega il sindaco, ‘con il contributo operativo di Veritas. Sono, queste sui sottoservizi, opere che “non si vedono” ma che determinano la qualità della vita della cittadina e delle persone che la abitano. Il contesto nel quale è ospitato questo primo gruppo di interventi è fortemente urbanizzato e l’età delle strutture da sostituire molto avanzata. Fondamentale il supporto dei cittadini che abitano nelle zone interessate dai disagi, ai quali va il ringraziamento dell’Amministrazione’.