sabato, 18 Maggio 2024
HomePadovanoBassa PadovanaPadova, la Provincia diventa il gestore dell'anello ciclabile dei Colli

Padova, la Provincia diventa il gestore dell’anello ciclabile dei Colli

Tempo di lettura: 3 minuti circa

La Provincia di Padova è stata ufficialmente riconosciuta come soggetto gestore della Ciclovia “Escursione 2 – Anello dei Colli Euganei”

La Provincia di Padova è stata ufficialmente riconosciuta dalla Giunta Regionale del Veneto come soggetto gestore della Ciclovia “Escursione 2 – Anello dei Colli Euganei”, un percorso cicloturistico che si sviluppa attorno ai rilievi del Parco Regionale dei Colli Euganei.

Un riconoscimento previsto dalla Legge Regionale 35 per la “Promozione del cicloturismo e istituzione del logo Venice Bike Lands” che stabilisce che la funzione di soggetto gestore dei percorsi cicloturistici può essere svolta da enti locali, enti gestori delle aree naturali protette regionali o nazionali, associazioni pro loco, gruppi di azione locale e consorzi di gestione dei percorsi cicloturistici.

Con grande soddisfazione riceviamo la notizia di questo importante riconoscimento”, commenta la Consigliera Provinciale con delega al cicloturismo Katia Maccarrone. “È motivo di grande orgoglio per noi, poiché la Regione ha designato la Provincia di Padova per la prima volta come Ente Gestore di un percorso ciclabile, che fa parte della vasta rete di vie dedicate al cicloturismo nella nostra provincia.

Il percorso dell’Anello Colli attraversa un territorio straordinario dal punto di vista naturale e storico, tra l’altro è attualmente in fase di candidatura come risorsa Unesco della Biosfera.

La Provincia ha dedicato notevoli risorse e sforzi per adeguare e completare i percorsi, garantire la loro manutenzione e redigere il progetto che ha portato a questo prestigioso riconoscimento. Desidero ringraziare i Comuni che hanno aderito a questa proposta e creduto in questo Progetto che valorizzerà ancor di più ii territorio. Un ringraziamento speciale all’Ente Parco e all’OGD Terme Colli. Vorrei anche ricordare il lavoro della struttura tecnica della Provincia, in particolare l’ing. Marco Pettene e l’architetto Monica Cavallarin. Infine, invito tutti gli appassionati di cicloturismo ad esplorare l’incantevole Anello Colli Euganei”.

Anello dei Colli Euganei

La Ciclovia “Escursione 2 – Anello dei Colli Euganei” è un percorso ad anello che compie tutto il giro dei Colli Euganei nel mezzo della pianura veneta, unisce numerosi centri urbani ricchi di storia e di attrattività turistiche, ma anche di paesaggi particolari generati dall’unicità di queste formazioni geologiche. L’escursione, infatti, si sviluppa su antiche vie d’acqua attorno al perimetro del Parco Regionale dei Colli Euganei, con i Comuni che lo compongono, attraverso le città murate di Este e Monselice, i centri termali di Abano e Montegrotto, il borgo rivierasco di Battaglia Terme e lambisce l’abbazia di Praglia e numerose ville venete.

Si tratta di un percorso omogeneo – quasi totalmente pianeggiante – che si sviluppa in 64 km, facilmente affrontabile anche da principianti e famiglie, e che presenta numerose occasioni di sosta e ristoro, in aree naturalistiche o nei centri storici, ma consente anche di congiungersi con altri percorsi che si allontanano dall’area collinare.

Grazie a questa deliberazione, spetta alla Provincia di Padova, in collaborazione con i comuni interessati (Abano Terme, Arquà Petrarca, Baone, Battaglia Terme, Cervarese Santa Croce, Cinto Euganeo, Este, Galzignano Terme, Lozzo Atestino, Monselice, Montegrotto Terme, Rovolon, Teolo, Torreglia e Vo’) il Parco Regionale dei Colli Euganei e l’Organizzazione di Gestione della destinazione turistica “Terme e Colli Euganei”, la promozione, informazione, comunicazione, animazione turistica, nonché la gestione della manutenzione di questo straordinario percorso.

La gestione

La Provincia di Padova è titolare di una concessione per l’uso dell’intero tracciato della Ciclovia. Con le convenzioni, l’Ente affida all’OGD Terme e Colli Euganei e al Parco Regionale dei Colli Euganei rispettivamente l’attività di promozione e quella di ispezione periodica del tracciato. In questo modo, si mantiene la gestione unitaria e coordinata del percorso e, collaborando con i partner, si raggiunge l’obiettivo di presidiare l’intero territorio ognuno con le proprie competenze, per puntare alla sua massima valorizzazione.