giovedì, 23 Maggio 2024
HomeBreaking NewsPortogruaro, svolta nelle indagini sulla morte del bimbo di 18 mesi

Portogruaro, svolta nelle indagini sulla morte del bimbo di 18 mesi

Tempo di lettura: < 1 minuti circa

Il piccolo Bilal Kurtesi sarebbe morto per lo schiacciamento della scatola cranica. Oggi è stata eseguita l’autopsia sul corpicino

Possibile svolta nelle indagini sulla morte di Bilal Kurtesi, il bimbo di 18 mesi scomparso nella serata di lunedì a Portogruaro. Stando a fonti vicine all’inchiesta, il bimbo sarebbe deceduto in seguito allo schiacciamento con frattura della scatola cranica. E’ quanto sarebbe emerso dall’autopsia eseguita stamane dal medico legale Antonello Cirnelli. All’autopsia hanno partecipato anche il legale e un consulente dei genitori, indicati dalla coppia in quanto parte offesa.

Le risultanze dell’autopsia potrebbero avvalorare la tesi che il bimbo sia rimasto vittima di un tragico investimento. Quel drammatico tardo pomeriggio di lunedì, in via Loredan, Kurtesi potrebbe essere stato colpito da un’auto, forse in manovra. Lo schiacciamento della scatola cranica sarebbe stato provocato dallo pneumatico dell’auto.

Ai carabinieri i familiari avevano fornito una versione diversa, parlando di una caduta accidentale del piccino mentre si trovava sul cofano dell’auto.

Nelle prossime ore la Procura di Pordenone deciderà come procedere nell’inchiesta ed eventualmente se iscrivere qualcuno nel registro degli indagati.