venerdì, 1 Marzo 2024
 
HomeBreaking NewsDimissioni a Cadoneghe: Luigi Sposato lascia l'incarico da assessore

Dimissioni a Cadoneghe: Luigi Sposato lascia l’incarico da assessore

Tempo di lettura: 4 minuti circa

Luigi Sposato non è più assessore a Cadoneghe. In una lunga lettera ha annunciato le sue dimissioni

Alla base della scelta del titolare di Eurointerim ci sono ragioni esclusivamente professionali, come precisa in una lunga lettera di saluti e bilancio che pubblichiamo integralmente di seguito.

“Come gran parte di voi sanno, già nell’autunno dello scorso anno avevo paventato questa possibilità a causa dei molti impegni lavorativi poi rientrata.

Tengo a precisare che tale sofferta decisione trae origine da aspetti di natura esclusivamente personale. Le importanti deleghe al Bilancio, Personale, Digitalizzazione, Affari Legali, Sicurezza e Privacy necessitano una azione amministrativa efficace e continua. E’ iniziato per me invece, un periodo molto impegnativo, con nuove responsabilità di altro tipo e che mi vedrà fuori città sia in Italia che all’estero, pertanto l’incarico che ho accettato e svolto con entusiasmo che comporta un impegno serio e costante purtroppo non sono in grado più di assicurare.

Per questo motivo ritengo corretto e doveroso restituire le deleghe affidatemi, mettendo comunque a disposizione, se serve, tutta la mia esperienza personale, professionale, amministrativa acquisita in questi anni, per accompagnare la futura attività amministrativa e le sfide che Vi aspettano.

In questi quattro anni ho dedicato parte del mio tempo all’incarico affidatomi portandolo avanti con passione e dedizione: governare la chiusura dell’Unione dei Comuni del Brenta, contenere la tassazione, ridurre l’indebitamento (inizio mandato 4.377.879,85 fine mandato 3.532.153,55 riduzione di euro 845.726,3), evitare l’accensione di nuovi mutui anzi rinegoziando quelli già in essere, migliorare le entrate comunali, riorganizzare l’organigramma del personale con relativa ripresa del dialogo con le sigle sindacali, adeguare i gestionali interni e avviare il percorso di digitalizzazione sito internet del Comune compreso, prendersi carico e ridurre i contenziosi del comune, gestire dal punto di vista della sicurezza le criticità derivanti dal lungo e difficile periodo del Covid, ottimizzare i capitoli del bilancio, riformulare completamente il DUP documento bussola per l’attività amministrativa e non per ultimo nel bilancio in vigore, anche la riduzione della pressione fiscale attraverso l’esenzione di una ampia fascia di contribuenti all’Irpef comunale a vantaggio di più di 2600 cittadini.

Questi risultati a titolo di esempio, rappresentano per me grande soddisfazione personale, sono consapevole che difficilmente le iniziative messe in campo da una amministrazione sono realizzabili senza un bilancio in ordine (3.936.072,09 di avanzo Consiglio Comunale del 28/04/2023). Quello che vedono i cittadini è solo la punta dell’iceberg, in silenzio e nell’ombra c’è e c’è stato il lavoro di tante persone compreso il mio.

Mi sono mosso sempre nel rispetto delle leggi e delle normative vigenti. Ho sempre avuto un atteggiamento rigoroso ma sobrio davanti alle difficoltà che si sono susseguite. Spero che la mia attività si sia distinta per la gestione silenziosa ed oculata, attenta anche in momenti difficili e non solo dal punto di vista sanitario come quelli del Covid.

Ho cercato di dare il mio contributo mettendo a sostengo delle decisioni adottate le mie conoscenze, il mio equilibrio e il mio buon senso! Ho svolto fin da subito i miei compiti mettendo sempre davanti alla mia visibilità personale gli interessi dell’amministrazione, con onestà intellettuale e rispettando la mia coerenza, i miei principi e valori personali, sono sicuro che questo mi viene riconosciuto.

Sono stati anni per me interessanti di crescita sia professionale che personale. Ho avuto modo di mettermi in gioco anche su argomenti per me nuovi che spero di avere interpretato nel modo giusto, certo probabilmente avrei potuto fare di meglio ma ho fatto vi assicuro quello che potevo.

Chiudo questa esperienza lasciando tutto in ordine, e spero un buon ricordo della mia persona, sono convinto che il lavoro da me svolto fino ad oggi possa essere una positiva traccia per chi mi sostituirà al quale già da ora do la mia massima disponibilità per il passaggio di consegne!

Ringrazio il Sindaco per avermi dato la possibilità di fare questa esperienza positiva anche dal punto di vista umano e politico, era qualcosa che mi mancava nel mio “curriculum” e spero di avere ricambiato nel migliore dei modi la sua fiducia, questa Amministrazione in questi anni ha raggiunto risultati a mio avviso, più che apprezzabili!

Ringrazio tutti i colleghi della Giunta e i Consiglieri di maggioranza, professionisti che ho imparato a conoscere ed apprezzare e con i quali abbiamo condiviso scelte ed operato nella massima trasparenza e rispetto della legalità, mettendo da parte “beghe” politiche a favore della “buona amministrazione”, con l’unico obiettivo di dare risposta ai problemi ed alle attese dei cittadini.

Ringrazio anche i Consiglieri di minoranza per l’attenzione e l’impegno profuso a vantaggio della correttezza amministrativa e in risposta alle esigenze dei Cittadini, per l’attenzione rivolta all’operato politico amministrativo e per il sempre corretto esercizio del confronto democratico nel rispetto dei ruoli e delle responsabilità attribuite dagli elettori.

Non dimentico certo di ringraziare tutti i dipendenti del nostro Comune, per la loro quotidiana attività. In particolare desidero ringraziare le persone con le quali ho lavorato a più stretto contatto che ringrazio anche per la pazienza avuta nei miei confronti. Ho avuto modo di lavorare con persone competenti e serie, è indubbio che il comune di Cadoneghe abbia in seno persone straordinarie, il cui operato sempre vigilato e osservato dall’Organismo dei Revisori che ringrazio molto!

Concludo confidando che comprenderete le mie ragioni, sono certo che l’attività amministrativa raggiungerà gli obiettivi prefissati senza incertezze. Auguro infine a tutti voi di poter continuare nella strada di rinnovamento intrapresa, per il futuro e il bene dei nostri figli”.

 

 

 
 
 

Le più lette