venerdì, 1 Marzo 2024
 
HomePadovanoBassa PadovanaMontagnana, lotta allo spaccio: un arresto e una denuncia. Sequestrati stupefacenti

Montagnana, lotta allo spaccio: un arresto e una denuncia. Sequestrati stupefacenti

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Ancora controlli da parte dei Carabinieri con l’obiettivo di prevenire e reprimere il traffico di sostanze stupefacenti nel Montagnanese e nella zona della Sculdascia

Prosegue l’attività di prevenzione e repressione del traffico di sostanze stupefacenti nel Montagnanese e nella zona della Sculdascia da parte dei carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Este.

Il 30 settembre, a Megliadino San Vitale e Villa Bartolomea (Verona) i militari con il prezioso servizio dell’unità cinofila antidroga “Garwin” del Nucleo Cinofili carabinieri di Torreglia, hanno arresto un 25enne italiano residente nella bassa padovana e deferito in stato di libertà un 35enne italiano veronese responsabili, in ipotesi accusatoria, di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti del tipo hashish, marijuana e cocaina.

L’attività

Le indagini delegate e coordinate dalla Procura della Repubblica di Rovigo sono scaturite a seguito di precedenti rinvenimenti di modiche quantità di sostanze stupefacenti, per cui la Procura ha disposto l’esecuzione di due decreti di perquisizione locale e personale, nel corso delle quali i militari hanno rinvenuto e sequestrato presso l’abitazione del 25enne arrestato circa 80 grammi tra hashish e marijuana già suddivisi in singole dosi e relativo materiale che si ritiene in ipotesi accusatoria destinato al confezionamento della medesima sostanza. Nell’abitazione del 35enne oltre 4 grammi di cocaina, suddivisa in 6 dosi.

La Procura della Repubblica di Rovigo ha richiesto ed ottenuto la convalida dell’arresto e la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Il procedimento è in fase di indagini preliminari.

 
 
 

Le più lette