venerdì, 24 Maggio 2024
HomeVenezianoMiranese NordAl “Festival dello scrittore” di Noale giovani talenti crescono

Al “Festival dello scrittore” di Noale giovani talenti crescono

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Il premio quest’anno è giunto alla sua terza edizione con una crescita di popolarità tale che il pubblico ha riempito tutta la loggetta di Largo San Giorgio

Non solo le grandi città possono contare sui loro premi e festival. Mentre tutti (o quasi) si concentravano sull’esito del premio Campiello a Venezia, poco distante si svolgeva la cerimonia di premiazione di una iniziativa molto interessante e che ha ottenuto un ottimo riscontro, il “Festival Nazionale dello scrittore” riservato agli autori in grado di sfidare sé stessi e la prolissità che spesso li caratterizza, con una gara per chi riesce a sintetizzare meglio la sua creatura con un discorso di soli due minuti per una sfida carica di adrenalina e passione tra scrittori emergenti alla fine della quale si aggiudica il premio chi incuriosisce di più la giuria.

Il premio quest’anno è giunto alla sua terza edizione con una crescita di popolarità tale che il pubblico ha riempito tutta la loggetta di Largo San Giorgio. Due le vincitrici: Martina Longhin con “Classe 1911” che ha vinto il premio per la miglior presentazione e la targa per la miglior copertina, che è stata vinta da Manuela Navone con il suo libro “Oltre la soglia”. La manifestazione noalese è organizzata senza scopo di lucro dal Collettivo Scrittori Uniti, che riunisce un gruppo di temerari amanti della sfida di lanciare talenti nel mondo dei lettori senza l’appoggio delle grandi case editrici.

A guidare il tutto, Claudio Secci che spiega: “Si tratta di un format molto interessante, molto adrenalinico che ogni anno cambia leggermente. Quest’anno abbiamo premiato la miglior prima copertina e la migliore performance in 120 secondi di tempo. Mi sembra che il tutto sia andato abbastanza bene. Il collettivo possiede anche una rivista che è ormai al suo secondo numero, “Spazio lettura”, e vedrà poi a gennaio il terzo. Una rivista molto importante che tratta di argomenti eterogenei, sempre però nell’ambito della letteratura. Abbiamo poi una radio che a breve comincerà nuovamente con le trasmissioni. Insomma, il tutto sta crescendo”.

Si associa alla felicità per la riuscita della manifestazione anche l’assessore alla cultura del comune di Noale Annamaria Tosatto. “Offriamo volentieri – dice – spazio a una iniziativa così bella e particolare. Noale è città che legge, promuoviamo la lettura nel momento di crescita del singolo che legge. Per leggere però ci deve anche essere chi scrive, siamo per cui felicissimi che anche quest’anno il collettivo abbia scelto la nostra città per presentare libri inediti”. 

Massimo Tonizzo